lunedì 21 ottobre - Aggiornato alle 07:44

La scherma a Terni non si ferma: arriva la candidatura per i Mondiali paralimpici

Dopo gli Europei 2018 e la prova degli under 17, Scarso della Fis vuole proporre il Pala De Santis come sede della competizione

Bebe Vio agli Europei di Scherma del settembre 2018 (foto Umbria 24)

Pronta la candidatura di Terni per ospitare i Mondiali di scherma paralimpica del 2021, dopo la felice esperienza degli Europei 2018. E’ direttamente il presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso, al termine della Seconda prova nazionale cadetti, con partecipazione record, disputata nel weekend al Pala De Santis, dove sono state allestite 31 pedane per la sfida tra gli atleti under 17 italiani di ogni specialità.

Mondiali paralimpici 2021 Il presidente Scarso, che ha rinnovato l’accordo con Terni come City-Partner federale, ha anche annunciato la volontà di proporre la candidatura della città come sede dei Mondiali di scherma paralimpica del 2021, confermando una volta di più la fiducia verso l’impianto sportivo e l’organizzazione del Circolo scherma Terni, che per l’edizione record della Prova nazionale cadetti ha trovato la collaborazione di una pluralità di soggetti, dagli studenti del Gandhi di Narni alla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni.

Seconda prova cadetti Una novità, quella annunciata da Scarso, che arriva dopo le ultime gare della manifestazione sportiva: Margherita Baratta (Centro Sportivo Genova Scherma) ha vinto in finale 15-11 su Vittoria Siletti (Pietro Micca Biella) la gara di spada femminile, sul podio Gaia Caforio (Accademia Scherma Marchesa Torino) e Alessandra Pennisi (Circolo della Scherma Jonica) mentre tra la ternana Maria Caterina Bartoli chiude al 42° posto. Nella sciabola maschile vince Marco Abate (Champ Napoli) che in finale supera 15-10 Ciro Buenza (Dauno Foggia) mentre sul podio salgono Alessandro Conversi (Club Scherma Roma) e Christian Colautti (Gemina Scherma), mentre il ternano Nicolò Moriconi chiude al 21° posto. Nella sciabola femminile vinta in finale da Federica Guzzi Susini su Emma Guarino del Circolo Scherma Terni, numero record di 417 iscritti nella spada maschile oltre ai 209 nel fioretto maschile e alle 137 iscrizioni nel fioretto femminile.

I commenti sono chiusi.