Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 22 gennaio - Aggiornato alle 01:07

Nel 2022 tornerà a Terni il mondiale di tiro con l’arco 3D, tunnel sanificatore all’impianto

L’attività degli Arcieri Città di Terni non conosce lockdown, tutte le novità dalla società del presidente Mauro Sbaraglia

Gli Arcieri Città di Terni, nonostante tutto, guardano al futuro con grande ottimismo: nel 2022, annunciano, tornerà a Terni il Mondiale di tiro con l’arco 3D. Del resto anche in questo periodo particolarmente difficile la società del presidente Mauro Sbaraglia è rimasta sempre aperta, almeno per i propri tesserati potendo contare anche sul tunnel sanificatore «che rende – spiegano – l’Archery Training Center di Terni una delle strutture più sicure d’Italia».

Ariceri Impianto aperto, allenamenti e gare in calendario. Tutto nel rispetto delle ultime direttive del Ministero, della Fitarco e della Regione. Ma in un momento storico delicato com’è questo il board ha voluto garantire ai propri tesserati uno spazio sicuro nel quale poter praticare lo sport amato e ritrovare per qualche minuto quella serenità che questo periodo sta facendo vacillare. Proprio per questo, nei giorni scorsi, è andato in scena presso l’impianto di via del Centenario un sopralluogo-incontro-confronto tra i vertici della società ternana, il consigliere Federale Stefano Tombesi e gli assessori regionali Paola Agabiti e Enrico Melasecche ed è arrivato l’annuncio del mondiale nel 2022.

Arco e frecce «Il Mondiale 3D dovrà essere valutato come una risorsa importante per la ripresa, anche turistica ed economica di tutta la Regione Umbria. Per questo ci sarà bisogno del sostegno fattivo delle istituzioni regionali. Per i due assessori è stata l’occasione per prendere visione di un impianto, l’Archery Training Center che è anche l’unica struttura nel suo genere del centro Italia e iniziare a parlare delle potenzialità dell’evento in calendario nel 2022. Da parte delle Istituzioni – riferiscono gli Arcieri città di Terni – è stata ribadita la disponibilità al dialogo oltre che la disponibilità a sostenere l’evento nelle forme che, di concerto con gli “Arcieri” saranno ritenute più utili. La società ha esposto ai due rappresentati della giunta regionale le difficoltà di una realtà piccola come quella degli Arcieri Città di Terni, le potenzialità del Mondiale 3D e i benefici che potrebbero arrivare per tutta la Regione dalla buona riuscita dell’evento. Un primo passo verso la costruzione di una manifestazione che, com’è già successo in passato, potrà diventare un evento da ricordare».

I commenti sono chiusi.