Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 gennaio - Aggiornato alle 05:26

Terni, conto alla rovescia per i Mondiali 3D di tiro con l’arco: più di 300 atleti da oltre 30 nazioni

Appuntamento dal 4 al 10 settembre tra Terni e Stroncone. Finale nella magica cornice di Carsulae

Si avvicina uno degli eventi più attesi dell’intera stagione internazionale: i campionati Mondiali 3D di tiro con l’arco che si disputeranno tra Terni, Stroncone e Carsulae dal 4 al 10 settembre prossimi. Alla manifestazione internazionale gareggeranno oltre 300 arcieri in rappresentanza di 30 Nazioni che porteranno turismo e prestigio alla città di San Valentino. Premiazioni e festeggiamenti in programma sabato 10 settembre per le vie di Stroncone. Gli organizzatori ‘Arcieri Città di Terni’ avranno due portacolori in questo ‘Rinehart World Archery 3D Championships 2022’; Sabrina Vannini e Nicola Kos hanno infatti raggiunto il punteggio necessario ad ottenere il pass per il Mondiale che la società della città dell’amore avrà l’onere e l’onore di ospitare tra pochi giorni. L’intera kermesse sarà, infine, accompagnata dalla mascotte ‘Ciccio arciere’, una mascotte made in Terni, ideata da Lo Zoo di Simona. ‘Ciccio Arciere’ sarà presente sull’abbigliamento degli atleti e sull’intero merchandising e lo stesso Zoo di Simona fa sapere che, in questo caso, tutti i proventi del lavoro andranno a finanziare un progetto a favore della radioterapia oncologica dell’ospedale di Terni.

La ripartenza in Umbria dopo 4 anni di stop L’Umbria torna ad essere al centro della scena del tiro con l’arco internazionale dopo gli Europei Field del 2013 e i Mondiali 3D del 2015. Tra Terni, Stroncone e il meraviglioso scenario del parco archeologico di Carsulae verrà infatti ospitato dal 4 al 10 settembre il Campionato Mondiale di tiro con l’arco, specialità 3D. La rassegna iridata di questa affascinante disciplina arcieristica torna a disputarsi dopo quattro anni di assenza a causa della pandemia. L’ultima edizione è stata quella canadese di Lac La Biche, dove la Nazionale azzurra si è confermata ai vertici della disciplina conquistando sei podi, due argenti e quattro bronzi, chiudendo sul podio del medagliere per Nazioni come è sempre accaduto fin dalla prima edizione. Anche in questa occasione l’Italia ha tutte le intenzioni di confermarsi nazionale leader del movimento 3D, nonostante la concorrenza sarà molto agguerrita: in Umbria sono infatti attesi oltre 300 arcieri, in rappresentanza di 30 Nazioni.

Valorizzare il territorio La volontà degli organizzatori e delle istituzioni è stata quella di sfruttare al meglio le bellezze paesaggistiche per valorizzare il territorio che ospiterà la competizione anche da un punto di vista turistico. Questa disciplina arcieristica si presta particolarmente a mettere in evidenza le bellezze paesaggistiche perché è una competizione che si pratica lungo percorsi immersi nel verde, con i bersagli posizionati in pendenza e a distanze sconosciute. Così, se la base logistica sarà l’immancabile ‘Archery Village’, dove ci saranno anche i campi di prova per il riscaldamento degli atleti; Intorno al villaggio, situato ai Prati di Stroncone loc. Piani di Ruschio, verranno allestiti tre percorsi dove si disputeranno la gara di qualifica, le fasi eliminatorie e le finali a squadre. Le finali valide per i titoli iridati individuali verranno invece portate nel magico scenario del parco archeologico di Carsulae.

La gara e il programma Nella disciplina arcieristica 3Dsono previste 4 divisioni: compound, arco nudo (barebow), arco istintivo e longbow. Per ogni tipo di arco verrà assegnato il titolo iridato individuale, sia maschile che femminile, mentre le prove a squadre prevedono per ogni compagine tre arcieri, uno per divisione: compound, longbow e un atleta dell’arco nudo o dell’arco istintivo. Da questa edizione, verranno assegnati anche i titoli mondiali a squadre miste, riservati a due arcieri – uomo e donna  appartenenti alla stessa divisione.   L’arrivo delle delegazioni è previsto a partire da giovedì 1 settembre, per chi avrà maggiori necessità di smaltire il fuso orario. Domenica 4 settembre ci sarà il ‘controllo materiali’, la cerimonia di apertura e a seguire la riunione dei Capitani. Lunedì 5 tutti gli arcieri in gara andranno sui percorsi di Stroncone per dare il via alla prima fase di qualifica su 24 piazzole, gara di qualifica che terminerà martedì 6 settembre su percorsi che contano altre 24 piazzole. Mercoledì 7 settembre si disputeranno le eliminatorie e finali del mixed team, giovedì 8 si disputeranno i match eliminatori individuali, mentre venerdì 9 sarà dedicato a eliminatorie e finali a squadre. Sabato 10 settembre la carovana dei finalisti si sposterà a Carsulae, dove verranno assegnati i titoli mondiali individuali. Dopo la premiazione e i meritati festeggiamenti, nella serata conclusiva che si svolgerà per le vie di Stroncone, allestite appositamente con ambientazione rinascimentale, domenica 11 settembre è prevista la partenza delle delegazioni.

Le nazionali iscritte Ad oggi hanno già ufficializzato la loro iscrizione al Mondiale le seguenti Nazioni: Argentina, Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cile, Costa d’Avorio, Croazia, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Gran Bretagna, Germania, Ungheria, Irlanda, Israele, Italia, Lettonia, Messico, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, San Marino, Serbia, Svezia, Uruguai, Stati Uniti d’America.

Gli azzurri nel 3d L’Italia è una delle Nazionali più forti dell’intero panorama mondiale nella disciplina 3D e gli azzurri lo hanno dimostrato anche negli ultimi appuntamenti internazionali, esattamente come avevano fatto agli albori di questa specialità, inaugurata ufficialmente da World Archery (Federazione Internazionale) nel 2003 con una prima rassegna iridata ‘sperimentale’. Nel 2021 agli Europei 3D nessuno ha fatto meglio degli arcieri guidati dal Direttore Tecnico Giorgio Botto: a Maribor, in Slovenia, gli italiani hanno dominato vincendo 12 medaglie (4 ori, 3 argenti e 5 bronzi) conquistando il primo posto nel medagliere, proprio come avevano fatto nell’edizione precedente a Dublino. Ottima anche la prova agli ultimi Mondiali a Lac La Biche, in Canada, con due argenti e quattro bronzi. Risultati in linea con la fama degli arcieri azzurri erano arrivati pure nelle rassegne iridate precedenti, considerando i 5 podi a Robion 2017 e i 10 che portarono l’Italia in cima al medagliere a Terni 2015. Una scorpacciata di medaglie che era stata quasi identica a Sassari 2013, dove l’Italia ottenne 9 podi, confermando le grandi qualità già dimostrate nelle precedenti edizioni, a partire dalla prima, disputata nel 2003 a Sully sur Loire (7 podi), proseguendo per Genova 2005 (4 podi), Sopron 2007 (7 podi), Latina 2009 (7 podi) e Donnersbach 2011 (5 podi).

Organizzatori Come nelle precedenti esperienze, l’organizzazione della manifestazione è stata affidata dalla Fitarco alla Asd arcieri città di Terni. La squadra messa in campo dal presidente degli arcieri città di Terni Stefano Tombesi è quindi rodata e pronta ad accogliere arcieri e appassionati in questa nuova grande sfida. Il comitato organizzatore, che conterà su oltre 100 volontari provenienti anche dalle altre regioni italiane, conta inoltre sul patrocinio e sostegno della Regione Umbria, del comune di Terni e del comune di Stroncone, oltre che del supporto dei main sponsor, la Fondazione Carit di Terni e Narni e la Camera di commercio dell’Umbria e dei main partner, All Food e Umbria Energy.

Tombesi sugli arcieri ternani in gara « Siamo orgogliosi del cammino svolto in questa stagione da Sabrina e Nicola – commenta Stefano Tombesi, presidente degli Arcieri Città di Terni – un rendimento eccellente che li ha portati ad ottenere la qualificazione per il Mondiale. Per noi è motivo di grande soddisfazione presentarci al via della manifestazione con due nostri atleti. A livello organizzativo siamo nella fase di rifinitura mettendo a punto gli ultimi dettagli per presentarci all’inaugurazione del 4 settembre nel miglior modo possibile».

 

 

I commenti sono chiusi.