lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 17:59

Terni, bando deserto: nessuna offerta per la gestione della ‘Cupola’ di viale Trieste

Buste vuote, troppo alti i costi del canone e di ristrutturazione. L’impianto rischia l’abbandono

di L.P.

Il flop era annunciato e flop è stato. Va deserto il bando di concessione della Provincia di Terni per la gestione della Cupola di viale Trieste. Nessuna offerta presentata entro il termine ultimo fissato per martedì 11 febbraio e, quindi, nessuna busta aperta. I costi di gestione del canone, minimo annuo di 9 mila euro con durata massima prevista 15 anni, più i lavori di ristrutturazione per aumentare la capienza dell’impianto fino a 200 persone, stimati tra 50 e 70 mila euro, a conti fatti hanno fatto desistere tutti i possibili soggetti interessati. Tra cui l’ats Basket Emergency con capofila Leo Basket con Pink, Bosico, Interamna, Union e Virtus che si era aggiudicata il bando di gestione temporanea per Casagrande-F.Cesi e Ipsia S. Pertini offrendo 201 euro di canone di gestione mensile dal 1° dicembre al 30 giugno per ciascuna delle due palestre. A due passi dal pattinodromo ‘Daniele Pioli’ in via Sabotino, struttura ormai in stato di abbandono da quando l’Euro Sport Club di pattinaggio ha dovuto riconsegnare le chiavi lo scorso mese di settembre, un altro impianto storico dello sport cittadino rischia la stessa fine.

I commenti sono chiusi.