giovedì 23 maggio - Aggiornato alle 08:56

Ternana, in un anno spettatori più che dimezzati: il club corre ai ripari

Erano 100mila i totali nella passata stagione in B, 48mila nell’ultimo torneo in C. Campagna abbonamenti a prezzi stracciati

di Massimo Colonna

La Ternana in una anno ha perso più della metà degli spettatori: erano 100mila i totali in serie B, 48mila quelli dell’ultima stagione in C. E dunque una della prossime sfide che attendono il presidente Stefano Bandecchi e la compagnia rossoverde sarà anche quella di riconquistare il tifo: una scommessa che a questo punto pare altrettanto impegnativa quanto quella di allestire una formazione competitiva per la prossima stagione. E intanto il club si muove proprio in questa direzione: lanciata la campagna abbonamenti a prezzi stracciati, con prezzi che vanno dai 10 euro delle tribune fino ai 5 delle curve per tutta la stagione. Sostanzialmente abbonamenti regalati per tutto l’anno

I numeri Nel torneo 2017-2018 in serie B, su 21 gare casalinghe totali, la Ternana ha contato 100.141 spettatori complessivi. Una cifra valsa il quindicesimo posto nella speciale classifica che conta proprio le presenze sugli spalti, pubblicata dal portale web Stadiapostcards. Nel campionato cadetto la media spettatori è arrivata a 4.769 di media, con la gara contro il Pescara che ha visto più presenze al Libero Liberati (9.509), mentre quella contro la Cremonese ha visto il record negativo (2.455). Prevedibile un calo degli spettatori nel torneo minore, quello di serie C, anche se difficilmente era preventivabile un crollo così netto. Nell’ultima stagione i numeri parlano chiaro: su 19 match giocati tra le mura amiche gli spettatori totali arrivano soltanto a 48.621. Crollano anche tutti gli altri numeri: la media stagionale  cala fino a 2.559 a partita, per il quarto posto finale rispetto anche a tutte le altre formazioni. Il massimo risultato si è raggiunto nel derby contro il Gubbio, quando sugli spalti erano presenti 4000 tifosi rossoverdi. La peggiore gara da questo punto di vista risulta quella contro la Sambenedettese, con 1.800 presenze. La Ternana da questo punto di vista paga evidentemente il pessimo rendimento della squadra sul campo: le presenze dei tifosi infatti nella parte iniziale della stagione hanno fatto segnare numeri decisamente più alti rispetto alla seconda parte del torneo, in cui la formazione di mister Gallo è rimasta senza una vittoria per tutto il 2019, tranne l’ultimo successo collezionato contro il Ravenna. Proprio nella fase in cui i risultati faticavano di più ad arrivare, si è arrivati anche al punto di rottura tra i tifosi e la società, rappresentato dalle decisioni assunte da diversi gruppi di tifo organizzato dopo la pesante sconfitta di Iannarilli e compagni in casa contro l’Imolese. Da quel giorno infatti diversi sostenitori hanno annunciato la volontà di non prendere più parte alle gara dei rossoverdi, proclamando una sorta di sciopero.

@tulhaidetto

I commenti sono chiusi.