Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 15 aprile - Aggiornato alle 00:44

Ternana straripante sull’onda dell’entusiasmo per la promozione in serie B: contro la Cavese è 7-2

Emozioni senza fine sul manto erboso del Liberati e non manca il siparietto rossoverde tra Zampagna e Vantaggiato

Foto Cusano tv

La Ternana già promossa in B con qualche giornata di anticipo e un curriculum denso di record nel nome del mister Cristiano Lucarelli, del direttore sportivo Luca Leone e del patron Stefano Bandecchi su tutti, non si accontenta di proseguire il campionato sino al termine senza regalare emozioni o perdendo occasione per confermare la sua superiorità di cui parlano i numeri e nel match di recupero della nona giornata, contro la Cavese, al Liberati mette a segno ben sette gol che si sommano agli 80 messi a segno sino al B-day.

Ternana-Cavese Al pronti via il match ha l’aria di essere una partita ‘più tranquilla’, invece tra padroni di casa e ospiti si contano poi ben nove gol. A sbloccare il risultato, subito dopo il quarto d’ora di gioco ci pensa Vantaggiato, sfruttando al meglio l’assist di Torromino. Dalla Cavese il tentativo di Matera neutralizzato da Vitali, al quale il numero 10 rossoverde risponde con il raddoppio in rovesciata al 23′, regalando uno dei più esilaranti siparietti di stagione, con Riccardo Zampagna. Prima di rientrare negli spogliatoi, quando correi il 36′, per la Ternana va a segno anche Peralta che cala il tris rossoverde.

La ripresa Il poker delle Fere contro la Cavese porta invece il nome di Laverone che mette a segno sulla respinta del mancato gol di Vantaggiato ed è il 3′ del secondo tempo. Due minuti più tardi ecco che gli ospiti accorciano le distanze con Scoppa che infila il 4-1. Per il pokerissimo delle Fere bisogna poi attendere il 19’quando, nuovamente grazie a Torromino, Suagher insacca. Ma la Ternana non si ferma e al 28′ è gol di Peralta, il sesto dei rossoverdi. Al 31′ si rivede la Cavese: arriva il gol di Ricchi. A chiudere il match di una straripante Ternana ci pensa poi Partipilo al 43′ per il definitivo 7-2. E al Liberati esplode di nuovo la festa.

 

I commenti sono chiusi.