giovedì 27 giugno - Aggiornato alle 03:08

Ternana, derby indimenticabile per César Falletti: «Gol che ricorderò per sempre»

Prove di 3-4-2-1 per le ‘Fere’

di S.F.

Risultato positivo, festeggiamenti e complimenti per tutti, ma ora spazio al Catania e alla ricerca della prima vittoria casalinga. La Ternana ha messo alle spalle la ‘sbornia’ per l’ottimo derby disputato ed è concentrata sul prossimo avversario da affrontare al ‘Liberati’, stregato finora per i rossoverdi. A gelare i biancorossi al ‘Curi’ ci ha pensato una formidabile discesa palla al piede, conclusa in rete, del giocatore più discusso in negativo degli ultimi mesi. Per lui la rete ai ‘Grifoni’ rappresenta una possibile svolta.

TIMELINE, IL CAMPIONATO DELLA TERNANA

La gioia César Falletti e una storia inattesa. Quella del derby, chiuso positivamente per le ‘Fere’ grazie alla prima – Lega che ha tuttavia assegnato la marcatura ad Avenatti – rete in rossoverde dell’uruguaiano. Un lampo improvviso: ‘tagliata’ l’intera retroguardia perugina e, da posizione defilata, un destro che lentamente si è depositato in rete: «Molto contento, sono riuscito ad aiutare i compagni. Ringrazio loro e il mister, che mi ha permesso di entrare nel derby in un momento difficile. Speriamo – afferma Falletti – di continuare così e salire di posizione, meritiamo di più».

Le dediche Una rete che fa entrare di diritto Falletti nella storia della Ternana, il primo sudamericano rossoverde a ‘violare’ la porta biancorossa al ‘Curi’. L’uruguaiano ha dediche per tutti: «A Caterina – esordisce -, mia moglie; mio figlio Gianluca, mio padre, mia mamma. Il gol inoltre è per i tifosi, lo meritavano. Mi hanno telefonato tante persone dall’Uruguay, anche che non conoscevo dopo la rete fatta al Perugia. Per me un gol indimenticabile, molto bello, mi rimarrà per tutta la vita. Lo meritavo perché sto lavorando bene».

GUARDA L’INTERVISTA A CÉSAR FALLETTI

Le aspettative Falletti spera che la prestazione del ‘Curi’ possa sbloccare definitivamente la sua ascesa con la maglia rossoverde: «Posso dare di più, speriamo di continuare così e aver maggior spazio. Adesso c’è da pensare al Catania, vogliamo vincere in casa per i tifosi». Difficile l’adattamento del giovane uruguaiano nel campionato italiano: «Troppa tattica – spiega Falletti –, in Uruguay giocavo più libero mentre qui mi devo abituare a un calcio più fisico e seguire ciò che dice l’allenatore».

Prove su prove Intanto per la squadra di Tesser nella seduta odierna. Diversi gli schieramenti tattici provati dal tecnico veneto: dal 4-3-1-2 al 3-4-2-1, passando per il 4-3-2-1. Incerto dunque se Tesser propenderà per un ritorno alla difesa a quattro nel match con gli etnei oppure confermare la più che affidabile retroguardia a tre ammirata – due gol al passivo –  nelle sfide con Bari, Spezia e Perugia. Testate le linee difensive composte da Fazio, Meccariello, Bastrini, Vitale e Meccariello, Bastrini, Popescu, mentre nel 3-4-2-1 Gavazzi e Bojinov hanno agito da rifinitori dietro Ceravolo. Posizione nella quale è stato sperimentato Luca Crecco, al rientro dalla squalifica.

Stop Viola Ha terminato anzitempo la seduta Nicolas Viola, uno dei due rossoverdi – il capitano Fazio l’altro – a essere sempre partito titolare nelle gare fin qui disputate. Nelle battute finali della partitella il regista calabrese si è infortunato alla caviglia destra: distorsione, le sue condizioni saranno valutate nelle prossime ore. In dubbio quindi la sua presenza sabato al ‘Liberati’.

Gesto simbolico Il ‘main sponsor’ Banca Mediolanum, in occasione del match con la formazione di Sannino, ha deciso di mettere a disposizione degli operai Ast il proprio pacchetto accrediti. Per usufruire del biglietto (‘distinto A’ superiore), ci si può recare presso la sede a Terni in piazza Ridolfi, di fronte a Palazzo Spada, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 di giovedì 27 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.