mercoledì 20 marzo - Aggiornato alle 18:30

Spoleto, fair play sul campo da calcio: il mister fa annullare il gol dei suoi

Succede in prima categoria sull’1-1, bagarre per palla in fallo laterale prima dell’assist e l’allenatore dà ragione agli avversari

Carlo Mollaioli (foto Spoletosport)

Non solo aggressioni e lesioni, dai campi di calcio arrivano anche belle storie di fair play. A regalarla è Carlo Mollaioli, allenatore della Superga ’48 d Spoleto, che domenica scorsa affrontava in casa l’Atletico Gualdo Fossato, nel campionato di Prima categoria girone C: una partita anche delicata per il mister chiamato a scrollarsi di dosso una serie di risultati per niente entusiasmanti. Al 35′ sull’1-1 Balzamo si lancia sulla fascia laterale e crossa per Alban Gjata che segna il 2-1, ma il gol viene subito contestato dagli ospiti. All’arbitro Federico Pecoro della sezione di Terni i giocatori dell’Atletico Gualdo Fossato spiegano che prima del cross la palla è uscita in fallo laterale, ma il giudice di gara non sente ragioni e convalida il gol. A quel punto è intervenuto Mollaioli, spiegando all’arbitro di aver visto lui stesso la palla superare la linea, un gesto di fair play che è stato accolto dall’arbitro: gol annullato e di nuovo 1-1. Ma l’integrità del mister ha evidentemente dato la carica alla Superga ’48 che ha vinto 4-1. «Ero sugli spalti – dice il presidente della squadra Massimiliano Capitani – e non avevo capito cosa fosse accaduto, quando sono andato a chiedere spiegazioni è stato direttamente il giudice di gara a dirmi che aveva annullato il gol perché il tecnico aveva riconosciuto il fallo: sono stati molto bravi entrambi»

I commenti sono chiusi.