Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 3 dicembre - Aggiornato alle 13:31

Spettacolo a Magione per le auto storiche: primeggiano Ambroso e Zardo

Al ‘Borzacchini’ il trofeo Bartoli ha regalato emozioni. Di scena anche la 2h Endurance con trionfo di Bamonte ed Alborghetti

Una Porsche protagonista a Magione (Ambrosi)

Una giornata agonistica dedicata alle corse di durata è quella che si è svolta all’Autodromo dell’Umbria, dove si è corsa la Due Ore Storiche – Trofeo A. Bartoli, gara endurance valida come ultima prova annuale del Campionato Italiano Autostoriche, assieme alla 2H Turismo, dove hanno corso invece auto da gara moderne. Il Trofeo Anchise Bartoli, legato da sempre alla Due Ore Autostoriche, è stato assegnato all’equipaggio composto da Giovanni Ambroso e Denny Zardo, a bordo della Porsche 911Sc. I vincitori hanno ottenuto il primato nel Terzo Raggruppamento. A primeggiare nel Secondo Raggruppamento (aggiudicandosi così il Trofeo A. Bartoli – vetture fino 1.6 cc) è stata invece l’Alfa Romeo Giulia GTA condotta alternativamente da Roberto Restelli e Fabrizio Zamuner. La Due Ore ha poi visto imporsi nel Primo Raggruppamento l’A.R: Giulia GTi di Giulio e Fabio Massimo Sordi, mentre il Quarto Raggruppamento ha visto prevalere la TVR Vito Truglia e Gilles Giovannini.

TUTTE LE CLASSIFICHE

Endurance La 2H Endurance, corsa riservata alle vetture turismo moderne, percorsa sempre sulla distanza di due ore e con regolamento analogo alla Due Ore Autostoriche, ha visto il trionfo di Luigi Bamonte ed Emanuele Alborghetti su Honda CIvic Fk7.Seconda sul podio la Lotus versione CUp di Marizio Fortina e Fabio Radice, mentre terzi sono giunti Fabrizio Tablç e Giulio Bellucci (VW GOlf). Quarto posto assoluto per il pilota disabile di Montefalco, Giulio Valentini, sulla Seat Leon Cupra Racer (dotata di speciali servo comandi al volante), autore di una prestazione particolarmente brillante.

I commenti sono chiusi.