domenica 18 agosto - Aggiornato alle 15:59

Spareggio fatale per Serse Cosmi: il Venezia retrocede

Decisivi i calci di rigore contro la Salernitana dopo i supplementari

Serse Cosmi, allenatore di Ponte San Giovanni

È il Venezia di Serse Cosmi la quarta squadra a scendere in Prima Divisione, dopo Foggia, Carpi e Padova. A decidere il destino dei veneti i calci di rigori Necessari dopo i tempi supplementari, con Il Venezia avanti di una rete (Modolo) e con un uomo in più per un’ora. Avendo perduto all’Arechi per 2-1 il Venezia sarebbe passato realizzando un altro goal. Il portiere della Salernitana Micai è stato il protagonista assoluto; si è superato sia durante la partita che nella appendice, parando un calcio di rigore a Bentivogoio. Clamoroso poi l’errore di Coppolaro che calciava altissimo sopra la traversa con Di Tacchio , ex del Perugia che fissava sul 3-4 il risultato finale che condanna la società del presidente Tacopina che nello scorso campionato era arrivata ai play off eliminando al primo turno il Perugia di Nesta. Cosmi perde per la seconda volta in carriera uno spareggio, il primo contro la Fiorentina che nel doppio scontro prevalse contro il Perugia.Anche allora, quindici anni fa, le partite vennero giocate dopo circa un mese dalla fine della stagione. Cosmi aveva a lungo protestato contro le decisioni della giustizia sportiva che in un primo momento aveva stabilito la retrocessione del Palermo, successivamente mantenuto in B.

I commenti sono chiusi.