Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 15:35

Sir Volley Perugia, Solè e Travica: «Subito l’atteggiamento giusto»

La vittoria su Modena nell’andata della semifinale di Supercoppa lascia tanti commenti postivi: «Ma dimentichiamo in fretta e torniamo a concentrarci»

Sebastian Solè attacca al centro (foto Benda)

Il classico lunedì post partita. Soognato ed aspettato tanto in questi mesi e finalmente arrivato. Perciò questo lunedì è quello dei commenti e delle voci della vittoria della Sir Safety Conad Perugia, uscita vincente dal PalaBarton contro la Leo Shoes Modena nella semifinale d’andata della Del Monte®Supercoppa. Una gara disputata in assoluta sicurezza di fronte a 620 spettatori, tutti distanziati, tutti in mascherina, tutti assolutamente ligi alle disposizioni in materia di distanziamento necessarie per poter assistere alla partita. E allora, prima di parlare di pallavolo, il primo applauso va proprio al pubblico perugino che è stato esemplare dal punto di vista della partecipazione alla partita, grazie anche all’organizzazione dell’evento garantita dalla società bianconera. Ma finalmente ieri sera è stato il campo il grande protagonista. Un campo che ha sorriso ai Block Devils che si sono imposti 3-0, risultato certamente utile ma non definitivo. La qualificazione si giocherà infatti domenica prossima nel match di ritorno del PalaPanini.

Il migliore Resta al momento la vittoria salutata così dall’Mvp Sebastian Solè e dal regista bianconero Dragan Travica. «Il campo mi è mancato tantissimo in questi mesi – dice Solè -. È da tanti anni che gioco a pallavolo, ma al fischio d’inizio quasi mi tremavano le gambe, avevo l’ansia di quelle belle. Ed è quello che ci vuole, lo sport ci vuole, ci vuole la passione di chi segue la pallavolo ed era al PalaBarton». «Un buon esordio ed un buon risultato – spiega Travica -. Non siamo contentissimi del gioco, abbiamo tante cose da migliorare e su cui lavorare. Ma sono molto contento invece per come siamo stati in campo nei momenti caldi, ludici, pazienti e con la giusta cattiveria. L’atteggiamento è una cosa difficile da allenare, il nostro mi è piaciuto molto ed è stato quello giusto. Poi certamente bisognerà essere più fluidi ed avere meno sbavature. Io capitano in campo per l’assenza di Atanasijevic? Bata mi farà subito portare la paste». Si pensa già alla sfida di ritorno, perchè sarà quella che dirà quale, tra le due squadre, staccherà il biglietto per la finalissima. Ed in questo caso il pensiero di Solè e quello di Travica sono assolutamente in linea. «Dobbiamo subito cancellare la vittoria di ieri – dice l’argentino -. Il 3-0 è un qualcosa, ma quello che dobbiamo sapere è che ci aspetta una settimana di lavoro tosto per migliorare». «È una vittoria da ricordare e da scordare subito allo stesso tempo –  conferma Travica -. Da domani bisogna tornare in palestra con la voglia di migliorare. Sicuramente domenica a Modena troveremo un avversario più agguerrito e più preparato e noi dovremo esserlo altrettanto per fare risultato».

I commenti sono chiusi.