lunedì 30 marzo - Aggiornato alle 22:08

Sir Volley Perugia sbanca anche Ravenna, ecco la 21esima vittoria di fila

Partita tosta al Pala DeAndrè con i locali galvanizzati, strada facendo muro-battuta degli umbri si fanno larga, con Leon sugli scudi

Aleksandar Atanasijevic in attacco

di Daniele Sborzacchi

Continua a vincere la Sir Volley Perugia, che a Ravenna mette la tuta e l’elmetto per avere ragione di una Consar in grande serata. E’ servita una prestazione di carattere per conquistare la 21esima vittoria consecutiva, contro una formazione scatenata e trascinata da difesa e contrattacchi del tandem Vernon Evans-Lavia. Perugia però non ha perso la calma, con muro e battuta strada facendo devastanti (rispettivamente 9 e 8 punti, con triplette di Leon e dei centrali Russo-Podrascanin) per centrare il nuovo successo che consente loro di rimanere in vetta della Superlega insieme alla Lube.

Primo set deciso dai muri di Russo e dalle rigiocate di Perugia, che trova maggiore incisività anche in battuta grazie ai missili di Leon e Lanza. La squadra di casa però non molla ed inizia a difendere alla grane: Lavia e Vernon Evans trovano punti importanti e la Sir sbaglia qualche palla di troppo. Si va avanti sul filo dell’equilibrio, finché Ravenna non piazza l’allungo ancora con Vernon Evans sontuoso per il pareggio. Allora i Block Devils alzano il livello, perché Kovacic in seconda linea riprende tutto e c’è bisogno di uno sforzo in più. Atanasijevic mette a terra un paio di palle pesanti, Russo va di ace e il nuovo allungo è servito, con De Cecco che orchestra bene il fronte offensivo ed il muro via via sempre più incisivo.

RAVENNA – PERUGIA 1-3
(21-25, 25-22, 22-25, 19-25)
RAVENNA: Cortesia 7, Ter Horst 8, Saitta 1, Vernon Evans 19, Grozdanov 3, Lavia 18, Kovacic (L), Stefani, Alonso 2, Cavuto 1. Ne Ricci, Recine, Bortolozzo, Marchini. All.: Bonitta
PERUGIA: Leon 22, Lanza 11, Russo 8, Atanasijevic 16, De Cecco 1, Podrascanin 14, Colaci (L), Zhukouski 1, Biglino, Plotnytskyi. Ne Ricci, Hoogendoorn, Piccinelli, Taht. All.: Heynen (squalificato, in panchina Fontana)
ARBITRI: Florian – Braico. DURATA: 30′, 30′, 29′, 27′. Tot 1h’56’

I commenti sono chiusi.