lunedì 24 settembre - Aggiornato alle 20:21

Sir Volley Perugia, pensieri alla ‘bella’: «Meno errori e l’approccio giusto»

Il brutto ko di Trento costringe i Block Devils a gara 5 giovedì sera. Bernardi: «Per vincere servirà semplicemente una prestazione migliore»

Aaron Russell schiaccia contro il miro trentino (foto Michele Benda)

Sono rientrati alla base i Block Devils. Dopo la sconfitta di domenica a Trento, in gara 4 di semifinale scudetto, è tornata a Perugia la Sir Safety Conad per preparare, a conti fatti, l’ennesima partita basilare della propria stagione. È quella di giovedì sera al PalaEvangelisti alle ore 20.30 È gara 5, un match da dentro o fuori, una partita che deciderà chi tra i bianconeri e la Diatec contenderà a Civitanova il tricolore. Saranno tre giorni molto importanti per Perugia. In primis per recuperare energie fisiche e nervose dopo l’incredibile tour de force di questo periodo che ha visto i ragazzi impegnati sui due fronti dei playoff scudetto e dei playoff Champions sempre in incontri molto duri e con in mezzo parecchi viaggi e trasferte.

Il coach In secondo luogo nell’avvicinamento a gara 5 Lorenzo Bernardi ed il suo staff potranno e dovranno apportare le giuste correzioni a quello che, in particolare a Trento, non ha funzionato a dovere. Lo stesso tecnico bianconero a fine gara ha spiegato come «Abbiamo commesso molti errori agevolando i nostri avversari. Abbiamo fatto delle ingenuità grandi e non abbiamo affrontato la partita con l’approccio corretto. Abbiamo fatto sempre molta fatica ad entrare nei set all’inizio sotto l’aspetto motivazionale». Certamente il lavoro al PalaEvangelisti verrà impostato sulla qualità al servizio ed in contrattacco e su come bloccare le soluzioni offensive avversarie. Ma in questo momento è giusto soprattutto pensare a gara 5. Le legge dei playoff è questa e consente ai Block Devils di potersi giocare l’accesso alla finale di fronte al proprio pubblico e nel proprio palazzetto. Un piccolo grande vantaggio, poi è chiaro che in primis ci vorrà una prestazione differente da Trento. Ancora Bernardi. «Giovedì giochiamo in casa, ma dobbiamo sapere che non vinceremo solo perché giocheremo in casa quanto piuttosto se e perché avremo giocato meglio di gara 4. In cosa? Nell’approccio e facendo meno errori. Lavoreremo su questi aspetti nei prossimi giorni. Sappiamo che sarà una partita da dentro o fuori e sappiamo che per vincere dovremo fare una prestazione migliore».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.