mercoledì 18 settembre - Aggiornato alle 09:38

Sir Volley Perugia, parla Piccinelli:  ″Il rinnovo una grande soddisfazione

Il libero vice – Colaci analizza la fase di preparazione dei Block Devils: ″Stiamo lavorando alla grande, saremo pronti per una grande stagione″

Alessandro PICCINELLI durante primo allenamento, Sir Safety Perugia, Stagione 2019-20 presso PalaBarton Perugia IT, 23 agosto 2019 - Foto: Michele Benda per Sir Safety Perugia [Riferimento file: 2019-08-23/ND5_8113]

Si è chiusa stamattina un’altra settimana di preparazione per la Sir Safety Conad Perugia.

Seduta di lavoro fisico in sala pesi e poi allenamento tecnico al PalaBarton per Ricci, Piccinelli e Zhukouski. Ora per i tre bianconeri di stanza a Perugia arriva un weekend libero per recuperare mentalmente e fisicamente con la ripresa dell’attività fissata per lunedì mattina.

Piccinelli Microfono proprio per Alessandro Piccinelli che si appresta a vivere la sua seconda stagione sotto le volte del PalaBarton. ′Il rinnovo con Perugia per me è stato una grande soddisfazione. L’anno scorso è stato un anno di grossa crescita personale, mi è stata data fiducia e sono migliorato. Quest’anno qui sono cambiate alcune cose e sarà un’altra nuova ed affascinante sfida da vivere. D’altra parte è giusto e bello mettersi ogni volta in gioco, nello sport come nella vita, perché in fondo lavoriamo per questo”.

Preparazione Il libero meneghino analizza questo periodo di preparazione. Un periodo fatto di tanto lavoro e tanta fatica, aumentata anche dal numero esiguo di giocatori presenti. “Beh, in effetti non siamo proprio in tanti”, sorride Alessandro. “Abbiamo concluso la seconda settimana piena di preparazione e tutto procede al meglio. Stiamo lavorando bene, sempre sotto la supervisione di coach Heynen, abbiamo tanto entusiasmo e voglia di lavorare. Ovviamente i carichi di lavoro si cominciano a far sentire, ma dobbiamo farci trovare pronti all’arrivo del resto del roster per iniziare al meglio la stagione. Dobbiamo dire grazie ai ragazzi della serie B grazie ai quali stiamo riuscendo ad entrare un po’ mentalmente nel ritmo di gioco, anche perché i nostri compagni arriveranno già ampiamente in ritmo, mentre noi dobbiamo trovarlo. Ma ogni giorno aggiungiamo un piccolo tassello sotto questo aspetto e saremo pronti”.

I commenti sono chiusi.