domenica 16 febbraio - Aggiornato alle 23:48

Sir Volley Perugia nell’elité della Champions: «Un approccio mentale importante»

La vittoria di Lisbona consente ai Block Devils di essere testa di serie nel sorteggio dei quarti. E coach Heynen loda il gruppo

L'esultanza dei BLock Devils

Rientro alla base per la Sir Sicoma Monini Perugia. I Block Devils, vittoriosi nella tana del Benfica per la quinta giornata della Pool D di Champions League, preparano ora la trasferta di Ravenna dove i bianconeri, in un vero e proprio tour de force senza sosta, scenderanno in campo domenica per affrontare la Consar per l’ottava giornata di ritorno di Superlega. Ha caricato nella stiva dell’aereo tante buone notizie stamattina Perugia. Quelle pervenute dal campo dove i Block Devils, privi di Atanasijevic, hanno conquistato la ventesima vittoria consecutiva giocando magari non la loro miglior pallavolo, ma dimostrandosi di ferro e concreti nei momenti chiavi contro l’entusiasmo e la veemenza della formazione portoghese.

Il tecnico Dice a proposito del match il coach di Perugia Vital Heynen: «La gara di Lisbona conferma quello che avevo già detto due mesi fa dopo la partita d’andata, cioè che il Benfica è una buona squadra che nel proprio palazzetto ha dimostrato ampiamente che da loro è dura giocare. Abbiamo avuto dei problemi nel primo set, compiendo una rimonta eccezione in una situazione difficile. Ed in generale siamo stati concreti e meritevoli della vittoria. La squadra sta avendo un atteggiamento molto intelligente in questo periodo. Magari non sempre si è espressa in modo fantastico, ma ha saputo ogni volta giocare bene per arrivare a conquistarsi la vittoria. Un approccio mentale e tattico davvero importante».

La situazione I risultati degli altri raggruppamenti, certificano il passaggio della Sir Sicoma Monini Perugia ai quarti di finale come prima della Pool D. Non solo, dopo la vittoria di Lisbona i Block Devils con 15 punti e 5 vittorie sono già sicuri di essere una delle quattro teste di serie ai sorteggi della fase ad eliminazione diretta, essendo una delle quattro migliori prime. Il Novy Urengoy infatti, primo della Pool B con 11 punti e 4 vittorie finora, può vincendo nell’ultimo turno chiudere la fase a gironi al massimo con 14 punti e 5 vittorie e quindi non raggiungerebbe comunque De Cecco e compagni. Vantaggio, quello conseguito da Perugia, non di poco conto nei quarti di finale perché darà diritto alla formazione bianconera di giocare in casa il match di ritorno. Ci sarà tempo e modo di parlare dei sorteggi (ai quarti, oltre alla Sir Sicoma Monini, si sono già qualificate con un turno di anticipo Civitanova, Novy Urengoy e le due polacche guidati da ex tecnici di Perugia, lo Jastrzebski di Boban Kovac e lo Zaksa di Nikola Grbic) in attesa dell’ultimo turno in programma mercoledì prossimo che svelerà il quadro completo delle qualificate e che vedrà i Block Devils chiudere in casa con Varsavia. Adesso l’attenzione è tutta per la Superlega e la difficile trasferta di Ravenna.

I commenti sono chiusi.