venerdì 22 febbraio - Aggiornato alle 13:19

Sir Volley Perugia a Mosca, in Champions nuovo esame probante

Mercoledì sera Block Devils, reduci dal trionfo in Coppa Italia, di scena in Russia per difendere il primato della Pool. Novità in formazione?

Lorenzo Bernardi allenatore della Sir Volley Perugia (foto Benda)

The show must go on. È la parola show è quanto mai attinente quando si parla di Champions League. Neanche il tempo di smaltire l’euforia per la grande vittoria di domenica con la conquista della Coppa Italia, che è già tempo di tornare a calcare il taraflex per i Block Devils. È già in Russia la Colussi Sicoma Perugia che scende in campo mercoledì pomeriggio allo “Sports Palace Dinamo” di Mosca per affrontare (fischio d’inizio alle ore 19 russe, le 17 in Italia) i padroni di casa della Dinamo per l’importantissimo quinto turno della Pool E di Champions League. Importantissimo perché in palio c’è la possibile matematica certezza della qualificazione ai quarti di finale della massima competizione per club a livello continentale. Perugia prima con 12 punti, Mosca seconda con 9. Questa la classifica in vetta alla Pool E prima del match ed è chiaro che, con una vittoria con qualsiasi punteggio, i Block Devils sarebbero matematicamente irraggiungibili dalla formazione russa. Anche in caso di sconfitta al tie break arriverebbe il passaggio del turno in quanto Perugia a quota 13 rientrerebbe certamente almeno tra le tre migliori seconde dei vari gironi. Un successo pieno di Mosca rimetterebbe al contrario tutto in gioco in attesa dell’ultima giornata.

La situazione Questi i conti che sicuramente interessano zero a Lorenzo Bernardi ed ai suoi ragazzi. Anzi, l’obiettivo della vittoria è prioritario per l’entourage bianconero che vuole proseguire il suo percorso netto in ambito continentale e dare seguito al trend positivo intrapreso in Italia. È una Perugia magari non al top fisicamente (impossibile visti i mille impegni tutti ravvicinati di questo periodo), ma sicuramente in grande condizione mentale quella che si presenta a Mosca per la sfida con Dinamo. La vittoria di Bologna ha certamente caricato a dovere animi e menti bianconere e sarà fondamentale domani contro la formazione russa in un ambiente sicuramente caldo e contro un avversario che le proverà tutte per portarsi a casa il match. L’ultima rifinitura scioglierà i dubbi sulla formazione iniziale che, al netto di qualche possibile variante dell’ultimo minuto, dovrebbe essere la solita con De Cecco ed Atanasijevic diagonale di posto due, Ricci e Podrascanin centrali, Leon e Lanza schiacciatori e Colaci libero. E con ovviamente tutti gli altri ragazzi prontissimi a subentrare per dare il proprio contributo. Dall’altra parte della rete la Dinamo Mosca. Avete presente la formazione scesa in campo a Perugia lo scorso 21 novembre per il match d’andata vinto dai Block Devils 3-0? Beh, dimenticatela, perché la Dimano nel frattempo ha cambiato pelle, ha cambiato allenatore con Brianskii subentrato a Kolchin, ha cambiato diagonale di posto due e libero. Tolto il regista Bezrukov, promosso titolare, tutti arrivati a metà dicembre dal Nova Novokuybishevsk. Cambi che hanno giovato in Champions alla Dinamo che dopo la sconfitta di Perugia ha inanellato tre rotonde vittorie 3-0 e che dovrebbe scendere in campo domani appunto con Bezrukov al palleggio, Shkulyavichus in diagonale in posto due, Shcherbinin e Vlasov al centro, Berezhko e Kooy in banda e Kabeshov, libero della nazionale russa, a guidare la seconda linea.

I commenti sono chiusi.