giovedì 23 maggio - Aggiornato alle 09:17

Sir Volley Perugia, la serata finale. Lo Scudetto nei pensieri

Alle 20.30 la sfida che assegna il Tricolore, Bernardi vuole ‘una bolgia’ al PalaBarton sold-out e pronto a caricare i Block Devils

Aleksandar Atanasijevic si carica insieme al ds Stefano Recine (foto Benda)

di Daniele Sborzacchi

Fuori i secondi. Non si torna indietro. Stasera (ore 20.30) lo Scudetto andrà o sulle maglie della Sir Volley Perugia o su quelle della Lube Civitanova. Il PalaBarton, rigorosamente ‘sold-out’, è pronto alla nuova sfida, a spingere i Block Devils al secondo titolo consecutivo di campioni d’Italia. Andrenalina che scorre a fiume, in campo e sugli spalti, per una serata che si preannuncia davvero per cuori forti. Il post pubblicato in mattinata da Lorenzo Bernardi è chiaro, il tecnico di Perugia vuole ‘una bolgia’: sarà probabilmente accontentato. Perugia non perde una gara di playoff dal 5 maggio 2016, quasi tre anni. Ed è abituata a vincere le partite che contano. Una cosa è certa, servirà una prestazione sontuosa per mandare in tripudio la tifoseria.

Le ultime Niente cambi per Perugia rispetto a gara 4. Sette di partenza confermati con De Cecco in regia ed Atanasijevic opposto, Podrascanin e Ricci centrali, Lanza e Leon schiacciatori e Colaci libero. Nessuna variazione neanche per Civitanova con De Giorgi che spedirà in campo Bruno e Sokolov diagonale di posto due, Cester e Simon coppia di centrali, Juantorena e Leal martelli ricevitori e Balaso libero. Cosa dire di Perugia-Civitanova che ancora non sia stato detto? Probabilmente una sola cosa, cioè che un match del genere, un vero e proprio spareggio, si giocherà forse più di testa che di gambe. Mantenere dritta la barra quando si andrà in difficoltà, trarre energia dai momenti invece positivi, avere la capacità di non perdere di vista l’obiettivo nonostante l’importanza della posta in palio saranno fattori determinanti. Perugia dovrà buttare tutto quello che: cuore, carattere, ovviamente tecnica e tattica, voglia di vincere e determinazione.

I commenti sono chiusi.