Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 3 marzo - Aggiornato alle 02:58

Sir Volley Perugia, che fatica. Ma la Final Four di Coppa Italia è realtà

Leon e Plotnytskyi super il battuta, Solè è decisivo. Ma non è stato semplice piegare Ravenna. Da sabato coccarda tricolore in palio a Bologna

Sebastian Solè esulta

di Daniele Sborzacchi

Quanta fatica per Perugia. Ma pur tra tanto sudore, con una prestazione non certamente impeccabile, la formazione di Heynen guadagna il pass per la Final Four di Coppa Italia, ed a Bologna da sabato contenderà la coccarda. Ci sono volute le giocate al servizio di Leon e Plotnytskyi per venire a capo di una situazione delicata, perché dall’altra parte della rete Ravenna ha dato tutto, giocando alla grande e sfiorando la clamorosa impresa.

La partita L’avvio è di quelli da incubo per Perugia, che soffre su palla alta e trova in Loeppky e Recine spine nel fianco. Nonostante tutto i Block Devils restano a contatto ma ai vantaggi il muro di Pinali su Leon sancisce il vantaggio romagnolo. E’ dura insomma, perché la Sir va ad intermittenza e dall’altra parte della rete l’avversario è in forma splendida. Serve una decisa reazione, con il muro umbro piano piano sempre più incisivo e Solè che prende per mano i compagni di squadra. Nell’equilibratissimo finale di secondo set, l’errore di Grozdanov ristabilisce la parità con i Block Devils che tirano il classico sospiro di sollievo. Ma la partita rimane comunque combattuta, per merito di Ravenna che non molla di un centimetro. Solo con due turni fulmicotone in battuta, Plotnytskyi, toglie le castagne dal fuoco ai perugini, che sempre in maniera discontinua riescono a portare a casa il terzo set con l’ace finale di Leon. Ancora Solè con il muro e soprattutto Leon nel finale di set spinge Perugia, che vola a Bologna con l’intenzione di portare a casa la coccarda.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CONSAR RAVENNA 3-1

(25-27, 26-24, 26-24, 25-21)

PERUGIA: Travica 1, Leon 25, Solè 16, Russo 5, Atanasijevic 17, Plotnytskyi 19, Colaci (22% perfetta), Zimmermann, Vernon-Evans, Piccinelli, Ter Horst 1, Ricci 1. Ne Sossenheimer, Biglino. All.: Heynen
RAVENNA: Mengozzi 9, Loeppky 11, Redwitz 1, Recine 20, Grozdanov 10, Pinali 11, Kovacic (28% perfetta), Zonca, Stefani, Giuliani, Koppers, Batak. Ne Pirazzoli, Arasomwan. All.: Bonitta
ARBITRI: Piana – Curto. Durata: 36’, 29’, 30’, 32’. Tot 2h7’. Gara a porte chiuse.

 

I commenti sono chiusi.