martedì 19 novembre - Aggiornato alle 22:18

Sir Volley Perugia, che fatica contro Monza. Vittoria sofferta al tie-break

I brianzoli trascinati da Kurek e dall’ex Galassi sfiorano l’impresa ma si perdono sul più bello, due punti preziosi per i Block Devils con Leon a mezzo servizio e Atanasijevic a riposo nel finale

I Block Devils si caricano

di Daniele Sborzacchi

Che fatica. La Sir Volley Perugia suda e vede da vicino l’onta della seconda sconfitta in Superlega, ma con un colpo di reni finale riesce a spuntarla 18-16 al tie-break (dopo aver annullato due match-point) sul campo della Vero Volley Monza, che trascinata da un Kurek straordinario (33 punti) ha fatto vedere i sorci verdi ai Block Devils. Una sfida che per certi versi ha ricalcato quella di inizio campionato a Latina, dove anche in quel caso i bianconeri riuscirono, col fiatone, a battere solo al quinto set i tenaci pontini. Heynen ha inizialmente tenuto a riposo Leon (reduce dal viaggio in Polonia per festeggiare la nascita del figlio) e nel finale ha fatto a meno di Atanasijevic, dando fiducia prima a Plotnytskyi e quindi a Hoogendoorn. Due punti preziosi insomma per gli umbri dopo il trionfo in Supercoppa e adesso attesi, domenica, dalla sfida in casa della Lube Civitanova.

La partita Il primo set va in scioltezza per la Sir, che sull’onda realizzativa dell’ex Plotnytskyi, particolarmente desideroso di mettersi in mostra, di Lanza e del ‘signor’ Podrascanin al centro, non consente repliche ai brianzoli. La ricezione dei padroni di casa soffre e di conseguenza l’attacco non incide. Perugia controlla senza troppi problemi e si porta in vantaggio; allora però si mette in moto un bel motore per Monza, l’opposto polacco Kurek, un anno fa trascinatore della Polonia di Heynen campione del mondo, pronto a prendersi sulle spalle i compagni di squadra. I Block Devils calano di intensità, mancano alcune rigiocate e trovano dall’altra parte della rete una squadra più in fiducia, che con i muri dell’ex Beretta, di Louati e qualche palla interessante messa a terra da Dzavoronok prende sorprendentemente il largo, impattando la contesa nonostante l’ingresso in campo di Leon. La fiammata monzese scuote la Sir, molto più attenta e determinata nel terzo set portato subito dalla sua parte con Russo padrone a muro, Lanza efficace in banda e Leon che martella a ripetizione. Kurek rifiata, Dzavoronok è meno preciso e con l’ace di Atanasijevic i Block Devils diventano presto imprendibili. Heynen fa rifiatare Atanasijevic schierando Plotnytskyi da opposto, Monza però nel quarto set cresce in battuta con l’ex Galassi protagonista, oltre al solito inarrestabile Kurek. Perugia appare un po’ stanca e la lucidità viene meno soprattutto in contrattacco. Il risultato è che i padroni di casa ritrovano smalto ed entusiasmo, approdando al tie-break. Dove ancora Galassi si esalta, ma Perugia prima con Leon e poi con le ‘bombe’ mancine di Plotnytskyi argina l’entusiasmo lombardo e quindi alla lotteria dei vantaggi approfitta degli errori brianzoli per festeggiare due punti preziosi.

MONZA – PERUGIA 2-3
(19-25, 25-19, 18-25, 25-20, 16-18)
MONZA: Kurek 33, Calligaro, Dzavoronok 13, Louati 11, Yosifov 2, Beretta 8, Goi (L), Giani 1, Sedlacek 2, Galassi 8, Federici. Ne Dimitrov, Capelli, Buchegger. All.: Soli
PERUGIA: Lanza 15, Russo 12, Atanasijevic 8, De Cecco 1, Plotnytskyi 10, Podrascanin 11, Colaci (L), Zhukouski, Leon 13, Hoogendoorn 6, Ricci 2. Ne Piccinelli, Taht, Montanaro, Benedicenti, Burnelli. All.: Heynen
ARBITRI: Sobrero – Braico. DURATA: 26′, 33′, 24′, 29′, 24′. Tot 2h16′

I commenti sono chiusi.