mercoledì 22 novembre - Aggiornato alle 19:11

Sir Volley Perugia, ‘Boss’ De Cecco è tornato: «Obiettivi importanti, come sempre»

Quarta stagione bianconera per l’alzatore argentino: «Contento che ossatura di squadra e staff siano gli stessi. Ognuno al servizio del compagno»

Luciano De Cecco in allenamento al PalaEvangelisti

The Boss in back. Luciano De Cecco, regista argentino della Sir Safety Conad Perugia, terminati gli impegni con la nazionale albiceleste (di cui è capitano e con cui ha conquistato la qualificazione per i mondiali del 2018), ha fatto rientro nel ‘suo’ PalaEvangelisti, dove si appresta a vivere la quarta stagione in maglia bianconera, e si è messo a disposizione di Lorenzo Bernardi per acquistare quanto prima la miglior condizione e per prendere subito l’affinità e l’intesa con vecchi e soprattutto nuovi compagni di squadra.

Argentina Si parte con una breve chiusura sull’estate con la nazionale argentina. «È stata una lunga estate, con momenti buoni e meno, con dei progressi nel gioco e con delle difficoltà a livello di risultati nel Sudamericano. Ma alla fine abbiamo raggiunto l’obiettivo del mondiale ed ora aspettiamo il prossimo anno per vedere cosa succede a Italia-Bulgaria 2018». Si entra poi in pieno clima Block Devils. Luciano, a Perugia dal 2014, è ormai uno dei veterani della squadra essendo alla sua quarta stagione a Perugia, secondo solo ad Atanasijevic che è a quota cinque. «Quando sono arrivato il primo anno a Perugia non avrei immaginato di rimanere così a lungo (De Cecco, con il rinnovo firmato alcuni mesi fa, vestirà il bianconero fino al 2020, ndr), ma la voglia di migliorare e di raggiungere obiettivi importanti e la stima della società mi hanno sempre tenuto ben saldo alla Sir. Sono molto contento di questo ed ora mi aspetto di conquistare qualche trofeo insieme ai miei compagni».

Tirato a lucido De Cecco si è presentato al PalaEvangelisti tirato a lucido. «È vero, fisicamente sto abbastanza bene, sono solo un po’ stanco, ma è normale dopo il lungo viaggio. Da un punto di vista strettamente pallavolistico, avendo giocato fino alla scorsa settimana, magari sono un po’ avanti rispetto ai ragazzi che sono a Perugia dall’inizio della preparazione, ma ora cominceremo a lavorare tutti assieme e cresceremo tutti assieme». Si chiude il cerchio del Boss con le sue idee e le sue aspirazioni sulla stagione che bussa alla porta. «Sarà una stagione lunga, ci saranno tante partite e ne arrivano subito di importanti. Dovremo essere bravi ad avere ben chiari i nostri obiettivi, provare a migliorare e crescere ogni giorno e provare ad arrivare fino in fondo in tutte le manifestazioni in cui siamo in ballo perché per noi tutte le manifestazioni sono importanti. Sono felice che l’ossatura della squadra sia rimasta in gran parte la stessa, così come sono felice che ci sia lo stesso staff tecnico. Sono due cose molto importanti, sappiamo chi siamo, ci conosciamo, conosciamo come si lavora, la visione pallavolistica e la mentalità del coach e per noi ‘vecchi’ sarà più facile aiutare i ‘nuovi’ ad ambientarsi. Poi ovviamente, per raggiungere alti traguardi, ognuno di noi dovrà portare il suo mattone e mettersi sempre al servizio del compagno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *