lunedì 22 aprile - Aggiornato alle 04:30

Sir Volley Perugia, atto II contro Modena. «Coppa Italia da giocare al massimo»

Sabato semifinale a Bologna, quasi mille tifosi a sostenere i Block Devils. Bernardi: «Avversario ancora più ferito, ma noi stiamo bene moralmente e fisicamente»

Esultanza dei Block Devils dopo un muro (foto Michele Benda)

«La Coppa Italia è una manifestazione molto bella, è quella che ti lancia verso il finale della stagione e quindi le squadre che arrivano alla Final Four si preparano a dovere. Si giocherà in un bellissimo palasport con tantissima gente e quindi sarà sicuramente un grandissimo evento. Per quello che riguarda il campo, credo sarà una Coppa Italia molto molto equilibrata, più dello scorso anno, a partire dal sabato dove ci saranno due semifinali molto incerte. Se dovessi dividere la famosa torta direi che ognuna delle quattro ha il 25% di possibilità di vincere. Noi in semifinale affrontiamo Modena e, se prima di domenica scorsa era un leone ferito, adesso è ancora più ferito, avrà ancora più voglia di riscattarsi e sa che può farlo. Noi sappiamo qual è il nostro valore, la vittoria in campionato, in un palazzetto dove non vincevamo da tanto, ci ha dato consapevolezza della nostra forza e quindi arriviamo a questa Final Four bene, sia moralmente che come squadra che come gioco. Detto questo sappiamo che sabato c’è una partita durissima che dobbiamo affrontare ed approcciare al meglio».

Block Devils carichi Parole e musica di Lorenzo Bernardi che fotografano al meglio la viglia della Del Monte Coppa Italia per la Sir Safety Conad Perugia È partita alla volta di Bologna la spedizione bianconera pronta a difendere la coccarda tricolore conquistata lo scorso anno a Bari. Si gioca all’Unipol Arena in un ambiente bellissimo e gremito di pubblico con i Block Devils in campo sabato nella prima delle due semifinali contro l’Azimut Leo Shoes Modena. Si comincia, davanti alle telecamere di Raisport, alle ore 15:30, a seguire la seconda semifinale tra Trento e Civitanova. Si gioca sabato per un posto nella finalissima di domenica. «Essere a Bologna è un bel traguardo, due anni fa in questo palazzetto non ci eravamo qualificati – dice il capitano di Perugia Luciano De Cecco -. Le nostre aspettative per questa Final Four sono come sempre molto alte. Siamo consapevoli che dovremo dare il massimo per provare a riconquistare la coppa. Sarà molto difficile, ma ci siamo e ci proviamo. La semifinale con Modena? Un rivale molto duro. La vittoria di domenica in campionato non conta nulla, questa è una partita secca e sarà molto difficile, molto combattuta, con molta tensione e credo un bello spettacolo. Noi metteremo tutto quello che abbiamo per arrivare a giocarci domenica la finale».

Tifosi In marcia verso Bologna anche il popolo dei Sirmaniaci. Tantissimi i supporters bianconeri al seguito dei Block Devils, circa ottocento in maglia bianca perché Perugia e la Sir sono una cosa preziosa da difendere sempre. Non dovrebbero esserci novità nei sette di partenza di Perugia, Lorenzo Bernardi dovrebbe mandare in campo al via la stessa formazione vincente a Modena domenica in Superlega con De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Ricci e Podrascanin centrali, Lanza e Leon schiacciatori e Colaci libero. Anche Velasco, tecnico Azimut Leo Shoes, dovrebbe confermare lo starting seven partito domenica scorsa con l’americano Christenson in diagonale con l’ex bianconero Zaytsev, l’altro ex Anzani con l’altro americano Holt in posto tre, lo sloveno Urnaut ed il polacco Bednorz in banda e Rossini nel ruolo di libero.

 

I commenti sono chiusi.