sabato 16 dicembre - Aggiornato alle 23:24

Sicurezza negli stadi, i primi risultati del questionario Andes: «Ecco chi sono i nuovi steward»

Prosegue la ricerca condotta dallo studio Zuliani rivolta agli addetti di tutta Italia: coinvolte anche Ternana e Perugia

Il presidente Andes, Ferruccio Taroni

Gli steward italiani hanno titoli di studio elevati e alcune loro mansioni sono viste come particolarmente delicate. Questi i primi risultati che emergono dall’indagine condotta dallo StudioZuliani per conto di Andes, l’Associazione Nazionale Delegati alla sicurezza negli stadi, che sta portando avanti un questionario online, ancora disponibile, per capire come evolve la figura professionale dello steward in un momento storico di grande cambiamento, in particolare dopo le più recenti disposizioni ministeriali sulla sicurezza.

I numeri Dallo studio emerge che gli steward che operano negli stadi italiani sono in possesso di titoli di studio elevati (25 per cento laurea, 57 percento diploma di scuola media superiore). Ciò nonostante gli stessi sottolineano come alcune delle loro mansioni siano particolarmente difficili. In particolare, la loro preoccupazione riguarda le attività di intervento su persone particolarmente inquiete o quando gli spettatori trasgrediscono i regolamenti. In entrambi i casi, più del 50 per cento degli intervistati ritengono particolarmente difficile svolgere questi interventi.

Il questionario «Si tratta di dati molto interessanti – spiegano da Andes – anche perché più del 43 per cento dei partecipanti all’indagine lavora come steward da almeno cinque anni e quindi può vantare un’esperienza significativa in merito alle mansioni da svolgere. Attività comunque ritenuta positiva dagli intervistati visto che quasi il 50 per cento dichiara che gli è stata utile per aumentare la personale capacità di collaborare con gli altri». Per tutti gli steward interessati a compilare il questionario, anche in forma anonima, è disponibile sul sito www.associazioneandes.it .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *