lunedì 21 ottobre - Aggiornato alle 05:31

Scherma, Terni ospiterà i campionati del mondo paralimpici 2023

L’ufficialità dopo la riunione in Corea: ok anche dal Comitato esecutivo. Tiberi: «È il massimo a cui potevamo ambire»

di Lorenzo Pulcioni

Sarà Terni ad ospitare i Campionati del Mondo di scherma paralimpica 2023. La decisione è stata assunta ufficialmente dal Comitato esecutivo dell’Iwasf, la Federazione internazionale di scherma paralimpica, riunitosi a Cheongju durante la rassegna iridata.

La nota «La Federazione internazionale – si legge in una nota della Federazione – ha rinnovato il plauso per l’organizzazione umbra alla luce del successo dei Campionati Europei 2018 e la candidatura ternana, avanzata dalla Federazione Italiana Scherma, è stata accolta assai positivamente dai membri del Comitato Esecutivo». L’Italia e Terni puntavano, in un primo momento, all’assegnazione della rassegna iridata del 2021. Alla notizia della candidatura avanzata dalla Russia per ospitare la rassegna iridata post-Tokyo2020, si è subito scelto di puntare ai Campionati del Mondo 2023 che avranno un valore tecnico assai elevato trattandosi dell’appuntamento che avrà in palio punti importanti per la qualificazione ai Giochi Paralimpici 2024. Il Comitato Esecutivo ha quindi votato all’unanimità l’assegnazione della rassegna mondiale nella città umbra per il mese di settembre del 2023. La notizia, comunicata dal Vicepresidente federale e componente il Comitato Esecutivo dell’Iwas, Giampiero Pastore, è stata accolta con favore ed entusiasmo da Alberto Tiberi, presidente del Circolo della Scherma Terni e già vertice del Comitato organizzatore dei Campionati Europei Terni2018 e primo firmatario della candidatura per i Campionati del Mondo.

Tiberi: «È il massimo a cui potevamo ambire» Raggiante il presidente del Circolo scherma Terni, Alberto Tiberi: «La Russia è stata la nazione che ha elogiato di più la nostra organizzazione agli Europei 2018. Quando è stata resa nota la candidatura russa per i Mondiali 2021 si è pensato di alzare il tiro e provare a prendere la rassegna iridata del 2023 che avrà un valore tecnico assai elevato trattandosi dell’appuntamento con in palio punti importanti per la qualificazione ai Giochi Paralimpici 2024. È il massimo a cui potevamo ambire». L’assegnazione dei Mondiali di Scherma Paralimpica 2023 in vista delle Paralimpiadi di Parigi 2024, apre le porte anche alla possibilità di costruire un rapporto ancor più solido e duraturo con la Federazione Italiana Scherma per far diventare il Circolo ternano un centro federale di livello internazionale e sempre di più un punto di riferimento per la scherma italiana: «È un risultato che rende onore al Circolo Scherma Terni, in prima linea come una delle società più strutturate nel panorama sportivo italiano, e all’intera città di Terni per la dimostrata capacità di organizzazione e accoglienza» conclude Alberto Tiberi.

I commenti sono chiusi.