Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 21 ottobre - Aggiornato alle 16:06

Rychlicki sprona la Sir Volley Perugia: «Crescere e capire dove dover lavorare»

Dopo la vittoria al debutto, Block Devils già proiettati alla trasferta di Verona. L’opposto: «Sfruttiamo la settimana piena per migliorare»

Kamil Rychlicki oppostodella Sir Volley Perugia

È tornata al PalaBarton ieri mattina la Sir Safety Conad Perugia. Dopo il successo contro Cisterna nella prima giornata di Superlega, i Block Devils hanno ripresa la preparazione al secondo impegno stagionale, il primo lontano da Pian di Massiano, in programma domenica (con diretta TV su Raisport a partire dalle ore 18) all’AGSM Forum di Verona contro i padroni di casa di coach Stoytchev. Quella Verona Volley che è stata sconfitta ieri 3-0 a Trento, pur destando una positiva impressione, nel posticipo che ha chiuso la prima giornata. Una giornata che ha visto solo vittorie da tre punti, una giornata che ha evidenziato la buona partenza dei bianconeri di Nikola Grbic. Lo certificano i numeri, chiaramente provvisori, in particolare in alcuni fondamentali. Ad esempio a muro dove Perugia ha chiuso con la seconda miglior percentuale di punti per set (3, come Civitanova), dietro solo a Trento (3,67). O come l’efficienza offensiva, anche in questo caso la seconda migliore a pari merito con Vibo (0,46) e dietro solo a quella di Piacenza (0,47). A livello di singoli, va segnalata la prova a muro di Mengozzi che, con i suoi 4 muri vincenti, è primo tra i centrali insieme a Stankovic di Modena e secondo solo all’opposto di Piacenza Lagumdzija (5) nella classifica di specialità. Statistiche che ovviamente, in questo primissimo avvio di stagione, lasciano il tempo che trovano, ma che al tempo stesso sono indice di una prova globale di buon livello di Perugia. Tutto naturalmente messo nel cassetto da capitan Leon e compagni il cui focus è ora tutto sulla sfida in terra veneta di domenica. Programma intenso quello stilato da Grbic e dal suo staff (oggi seduta tecnica pomeridiana) e lavoro incentrato, come spiegato anche dallo stesso tecnico serbo dopo la partita con Cisterna, sullo sviluppo della fase break con particolare attenzione al contrattacco e sul lavoro in battuta (che contro la formazione pontina è stato fondamentale per il successo finale). Il mantra in casa Sir è chiaro: step by step pensando al lavoro quotidiano per crescere e migliorare. Lo spiega bene l’opposto lussemburghese Kamil Rychlicki: «Mettiamo da parte la vittoria con Cisterna e sfruttiamo questa settimana piena per migliorare. Il nostro focus adesso è questo: spingere forte in palestra e, domenica dopo domenica, crescere e capire dove dover lavorare».

I commenti sono chiusi.