martedì 22 ottobre - Aggiornato alle 01:11

Rugby, i Draghi della Italica Seniores fanno soffrire Roma: in campo anche i baby

Nel fine settimana in campo anche le squadre giovanili. Coach Pariboni: «Grande prova di carattere»

Chiudono con una sconfitta i Draghi dell’Italica Seniores. Contro la dominatrice del campionato US Roma Rugby 1947 (95 punti in classifica, 20 vittorie in altrettante partite, quasi tutte con il punto bonus) i rossoverdi di coach Pariboni in formazione rimaneggiata hanno sfoggiato una prova d’orgoglio. Il punteggio finale è di 32-7 per i romani dopo che il primo tempo si era chiuso 14-7. La meta rossoverde la segna Gobbo su spinta della maul dopo una touche e lo stesso Gobbo trasforma. Nel secondo tempo Roma decide di mettere fieno in cascina capitalizzando il tabellino con i calci piazzati a dimostrazione di un certo rispetto nei confronti dei Draghi. Le ultime due mete per gli ospiti arrivano nel finale. In campo sono andati Diamanti, Pieramati, S. Novelli, Giovenali, M. Novelli, Petrucci, Canulli, Simeoni, Gobbo, Trombetti, Tulli, Carapis, Giorgini, Andolina, Giorgi. In panchina, oltre a Frittella per onor di firma, solo Arca e Mirabella entrati rispettivamente per Giorgi e Diamanti. «Grande prova di carattere, la squadra è rimasta concentrata e vogliosa – commenta coach Pariboni – ha lottato e gli avversari sono stati bravi ad approfittare di qualche nostro svarione. Ho rivisto la squadra che piace a me. Prima parte di stagione discreta e infatti eravamo terzi. Poi abbiamo gettato al vento troppe partite per cattiva gestione e mancanza di fiducia. Ma siamo una squadra giovane e lavorare sulla mentalità è un percorso lungo».

Le immagini: gallery

I giovani Due giornate di rugby molto intense nel tempio del rugby per i giovani Draghi dell’Under 14 e i piccoli dell’Under 10 che hanno preso parte al Torneo Città di Treviso. Gli Under 14 di coach Roberto Golfetto, inseriti nel girone con Modena A, Casale B, Lainate e Orsi/Province dell’Ovest A, partono nella prima giornata con l’atteggiamento sbagliato e infatti non riescono a trovare la vittoria. Ma nella seconda giornata invece fango, forte pioggia e un po’ di riposo rimettono in forze i Draghi che colgono due vittorie schiaccianti dimostrando un bel rugby, aggressivo, di squadra e molto duro. “Una bellissima esperienza sicuramente da ripetere e ampliare” commenta coach Golfetto. Per i piccoli dell’Under 10 di coach Jacopo Borghetti era il secondo grande appuntamento della stagione dopo il torneo di Parma. Avversari del girone erano tutte le squadre di livello come Alpago, Valsugana Junior B, Selvazzano A. «E’ stato un momento di crescita rugbistica e personale per tutti. La prestazione non sempre è stata al top ma il bilancio finale è molto positivo», spiega coach Borghetti. Menzione particolare a Lorenzo Attili per l’attitudine rugbistica e la concentrazione mantenuta per tutto il tempo fuori e dentro dal campo, ed a Jacopo Bruschi come miglior realizzatore del torneo. Della squadra hanno fatto parte anche Gianfilippo Testasecca, Giovanni Tattoli, Cristiano Bussetti, Nico Ramozzi, Gabriele Ridarelli, Christian Zengarini e Edoardo Caruso.

I baby Al Torneo Minicup di Roma Under 8 e Under 6. Per i Draghetti dell’Under 8 settimo posto finale e prestazione decisamente sottotono. Racconta coach Francesca Agabiti: «Delle cinque partite giocate le prime tre le abbiamo fatte senza grinta e senza impegno, perdendole. Nelle altre due partite vinte invece vediamo tanti placcaggi e molti palloni avanzanti che ci permettono di fare meta». In queste settimane i Draghetti dell’Under 8 si prepareranno al meglio assicura coach Agabiti per gli ultimi due tornei della stagione. A Roma anche due Draghetti dell’Under 6 guidati da Elisa Natalini che nonostante le defezioni dei loro compagni di squadra non si sono fatti abbattere. Grazie alla US Roma Blu che ha prestato i giocatori mancanti, i temerari draghetti hanno giocato quattro partite non facendo caso al diverso colore della maglia, divertendosi e facendo numerose mete e placcaggi, ottenendo anche il sesto posto finale.

I commenti sono chiusi.