venerdì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:43

Prova di forza della Sir Volley Perugia, espugnata Trento e sesta vittoria di fila

Attacco a pieni giri con Atanasijevic devastante (26 punti), per i Block Devils vittoria pesante su un campo tradizionalmente ostico

Aleksandar Atanasijevic contro il muro trentino (foto Trabalza per sito Facebook Itas Trentino Volley)

di Daniele Sborzacchi

Grandissima prova di forza della Sir Volley Perugia, che a Trento, su un campo tradizionalmente ostico, piega la resistenza dell’Itas Trentino facendo suo lo scontro d’alta classifica e collezionando così la sesta vittoria consecutiva. Attacco stellare per Leon e soprattutto Atanasijevic, ma la prestazione globale (fondamentali equilibrati con battuta e muro da leccarsi i baffi, 7 punti in ognuno) è ciò che di più incoraggia perché in differenti fasi della partita, specialmente nei momenti topici, tutto il gruppo ha mostrato ancora una volta grande attitudine difensiva concretizzando poi contrattacchi pesantissimi. Un bel segnale a tutta la Superlega, la Sir Volley Perugia adesso va a pieni giri con un motore rombante.

La sfida Perugia parte col vento in poppa, perché l’attacco gira a mille con Leon stratosferico specialmente nel contrattacco e dalla linea del servizio. Un paio di aces consecutivi piegano la seconda linea trentina e la maggiore compattezza di Perugia si dimostra insuperabile per i padroni di casa, che commettono anche qualche errore di troppo in attacco. Il secondo set però vede Vettori in crescita ed un equilibrio che dura fino al devastante turno in battuta dello sloveno Cebulj: il muro di Trento stoppa ripetutamente i Block Devils e la parità è cosa fatta. Perugia però torna subito a macinare gioco e punti, Atanasijevic va a segno con disarmante facilità da posto due ed un Lanza sontuoso specialmente in difesa (ma anche al servizio) dà la carica alla compagine umbra. I trentini faticano a superare il muro di un superbo ‘Potke’ Podrascanin (chiuderà a quota 4), alcuni interventi in seconda linea galvanizzano la Sir che allunga inesorabilmente e torna in vantaggio con l’ace di Plotnytskyi: 1-2. La disfida diventa elettrizzante, non mancano i momenti di nervosismo (Leon-Vettori si scambiano battutine sotto rete), Perugia però mantiene i nervi saldi e nel finale di partita non sbaglia, con Leon che schiaffeggia con furore la palla dei tre punti.

TRENTO – PERUGIA 1-3
(21-25, 25-20, 19-25, 23-25)
TRENTO: Vettori 12, Giannelli 4, Candellaro 9, Cebulj 11, Lisinac 8, Kovacevic 15, Grebennikov (L) 1, Djuric, Daldello, Sosa, Michieletto, Russell 2. Ne Codarin, De Angelis. All.: Lorenzetti
PERUGIA: Leon 23, Lanza 12, Russo 3, Atanasijevic 26, De Cecco, Podrascanin 6, Colaci (L), Piccinelli, Plotnytskyi 1, Zhukouski. Ne Hoogendoorn, Taht, Biglino, Ricci. All.: Heynen
ARBITRI: Puecher – Pozzato. DURATA: 29′, 28′, 29′, 31′. Tot 1h 57

I commenti sono chiusi.