Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 00:01

Primo stop per la Sir Volley Perugia, Modena e la ‘bestia nera’ Ngapeth passano al PalaBarton

Due match-point non concretizzati dai Block Devils, che cadono al tie-break malgrado i 26 punti di Leon. Il fuoriclasse francese continua a battere i Block Devils

Matthew ANDERSON, attacco durante Sir Safety Conad PERUGIA - Leo Shoes PerkinElmer MODENA, 8ª giornata Superlega Credem Banca, Campionato Italiano di Pallavolo Maschile Serie A1 2021-22. presso PalaBarton Perugia IT, 24 novembre 2021. Foto: Michele Benda [riferimento file: 2021-11-24/_ND53454]

di Daniele Sborzacchi

Cade per la prima volta in Superlega la Sir Volley Perugia. Lo stop nel big-match contro Modena, trascinata ancora una volta dalla ‘bestia nera’ dei Block Devils: Earvin Ngapeth (22 punti e 4 aces). Il funambolico fuoriclasse francese, sempre vincente contro gli umbri nella sua carriera, mette a terra i palloni che scottano di più, come l’ultimo punto arrivato al tie-break di una sfida adrenalinica, spettacolare, debordante di emozioni. Nella quale Perugia ha avuto due match-points non sfruttati prima di capitolare nel suo catino, un PalaBarton ribollente come ai bei tempi. Amaro in bocca certo per Giannelli e compagni, un po’ troppo discontinui durante un match che ha regalato sprazzi di pallavolo straordinaria. Con giocate di lusso da ambo le parti. Partenza tutta modenese, con la Sir che non ingrana dai nove metri e quindi dà modo ai ‘canarini’ di leggere molto bene le scelte offensive. I muri dei gialloblù sono devastanti nei primi due set, mentre i ragazzi di Grbic non ingranano. Poi però crescono specialmente in difesa e trascinati da un super Rychlicki e da Leon sempre più incisivo dalla banda imboccano la retta via. A suonare la carica in un terzo set dominato dai Block Devils è Giannelli, straordinario a muro. Ritrovate le sue certezze, con Anderson che in prima linea sbarra ripetutamente la strada ai frombolieri modenesi, Perugia riesce ad impattare una contesa come detto appassionante. La coda, doverosa, è al tie-break dove Nimir prima porta avanti gli emiliani ripresi da Leon. La coda però è oer il team di Giani, che esulta lasciando a Perugia la delusione per aver mancato la settima vittoria consecutiva.

Perugia – Modena 2-3
(22-25, 12-25, 25-15, 25-22, 15-17)
PERUGIA: Anderson 15, Ricci 7, Giannelli 6, Rychlicki 15, Leon 26, Solè 8, Colaci (L), Travica, Ter Horst, Plotnytskyi 2. Ne Dardzans, Piccinelli, Russo. All.: Grbic
MODENA:  Bruno 3, Stankovic 6, Ngapeth 22, Nimir 21, Leal 13, Mazzone 4, Rossini (L), Van Garderen, Sanguinetti, Sala. Ne Ngapet Swan, Salsi, Bellanova. All.: Giani
ARBITRI: Cesare – Calvani. DURATA: 30′, 24′, 27′, 35′, 26′. Tot 2h 22′. Spettatori 2328.

I commenti sono chiusi.