Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 1 ottobre - Aggiornato alle 00:42

Prende l’arbitro per il collo: il giudice sportivo lo punisce con 15 mesi di squalifica

L’episodio è accaduto in occasione di una sfida di Coppa Primavera di Seconda categoria. Nel corso della partita anche altre due situazioni violente

La sede della Figc di Perugia

di Stefano Bagliani

Mano decisamente pesante da parte del giudice sportivo nei confronti di Carmine Dal Canto, calciatore della Virtus Foligno, club militante in Seconda categoria. Il campionato non è ancora cominciato, ma è in pieno svolgimento la Coppa Primavera di categoria ed è infatti in questa competizione che si è registrato l’episodio che ha portato la giustizia sportiva a squalificare addirittura fino al 31 dicembre del 2023 il calciatore del sodalizio folignate.

INSULTI RAZZISTI, 13 GIORNATE DI SQUALIFICA PER UN CALCIATORE

«IO, INSULTATO PER IL COLORE DELLA MIA PELLE»

Maxi squalifica Nel corso della sfida casalinga con il Pozzo infatti, il Giudice ha rivelato che «al 41º del primo tempo, in conseguenza di una decisione arbitrale a lui sfavorevole, spintonava l’avversario e, subito dopo aggrediva il direttore di gara prendendolo per il collo con violenza, accompagnando tale condotta con proteste a insulti al suo indirizzo. Si specifica che – sottolinea il giudice -, ai sensi del Codice di giustizia sportiva, detta sanzione va considerata ai fini dell’applicazione delle misure amministrative, finalizzate al contrasto degli episodi di condotta violenta nei confronti degli ufficiali di gara».

CARO BOLLETTE PREOCCUPA SOCIETÀ DI CALCIO: «COSÌ CHIUDIAMO»

Altri provvedimenti La gara comunque è stata piuttosto «animata» anche nelle fasi successive visto che poi anche due calciatori del Pozzo hanno avuto atteggiamenti non propriamente ideali beccandosi il rosso da parte del direttore di gara e di conseguenza provvedimenti disciplinari del giudice. Ouadie El Ferkh paga con 4 giornate di stop «l’aver colpito a gioco fermo con un violento pugno un avversario (38’st), senza tuttavia procurargli danni visibili», mentre 3 sono i turni di squalifica per Francesco Italiani il quale «senza alcuna possibilità di colpire il pallone, calciava da tergo un avversario con violenza». Nella giornata di mercoledì era inoltre stata comminata una squalifica di ben 13 giornate a carico di un calciatore del Real Padule a causa degli insulti razzisti rivolti verso un avversario.

I commenti sono chiusi.