mercoledì 12 dicembre - Aggiornato alle 15:09

Perugia, Arena maledetta. Vince il Pisa anche stavolta: 2-1. Gol di Napoli, Arma e Mazzeo

PISA (4-3-1-2): Provedel; Pellegrini, Goldaniga, Crescenzi, Kosnic; Parfait (24’st Sampietro), Mingazzini, Cia (35’st Martella); Mannini; Arma, Napoli (28’st Forte). A disp.: Pugliesi, Caputo, Rozzio, Bollino. All.: Cozza. PERUGIA (4-3-3): Koprivec; Vitofrancesco (1’st Sprocati), Massoni, Scognamiglio, Comotto; Moscati, Filipe (1’st Carcione), Nicco; Mazzeo, Eusepi (31’st Henty), Fabinho. A disp.: Stillo, Sini, Conti, Sanseverino. All.: Camplone. RETI: 8’pt Napoli, 16’pt Arma, 26’st Mazzeo. ARBITRO: Illuzzi di Molfetta. NOTE: Ammoniti: Mingazzini, Sprocati, Goldaniga, Carcione, Henty. Espulsi: Kosnic (40’st) per intervento a gamba tesa. Angoli: 3-5. Recuperi: pt 1′, st 4′. Fotogallery della gara Le interviste del postpartita Il campionato del Perugia in un minuto, TIMELINE Cento anni di Grifo, VIDEOINTERVISTE e WEBDOC Primo tempo 1′ Partiti! Perugia a maglie strette: squadra corta, esterni raccolti, difesa alta. Pisa schierato 4-3-1-2: Cozza – fin qui due vittorie, tre pareggi e una sconfitta sulla panchina nerazzurra – affida al duo Arma-Napoli l’attacco toscano. 8′ GOL PISA Massoni e Koprivec non si intendono, anzi, combinano un disastro: Napoli insacca a Porta vuota. 10′ Neanche due giri di lancette e già è battaglia. Mannini e Arma hanno sui piedi (a porta vuota) l’occasione della vita, Vitofrancesco e Massoni, un po’ di tigna e un po’ di fortuna, respingono sulla linea. È una folata, e già il Perugia intuisce la fatica che sarà. Fabinho risponde con due affondi improduttivi. Napoli (8′) porta avanti i toscani, approfittando di un errore sesquipedale della retroguardia biancorossa. 16′ GOL PISA Napoli, largo a sinistra, appoggia in scioltezza per Arma, che da due passi sigla il raddoppio. 20′ È un gioco al massacro dalle parti di Koprivec. Pellegrini ubriaca Scognamiglio. Arma sovrasta Comotto colpo su colpo. Gol a parte: dietro stavolta non ce n’è. Un solo guizzo, fino a questo punto, per il Perugia: un mancino a firma Nicco che, mesto, va ad infrangersi sui cartelloni pubblicitari. 30′ Filipe offre un timido segno di vita da calcio piazzato, ma la mira fa cilecca. Cozza chiama l’intervento in anticipo su Fabinho e Mazzeo, Pellegrini e Kosnic, ma pure gli altri, gli danno retta e i due umbri non vedono boccia. È a centrocampo che ogni intenzione del Perugia si perde: nel vuoto lasciato da Nicco, Moscati e soprattutto Filipe, decisamente troppo schiacciato sulla linea dei difensori. 45’+1′ Secondo corner ospite: Scognamiglio manca il bersaglio. Secondo calcio di punizione: Mazzeo alle stelle. Ma è al 34′ che il Grifo ha la chance di accorciare: Mazzeo per Moscati, cross per Fabinho, risposta in angolo di Provedel. Niente. E ancora niente al 39′, con Eusepi a ciabattare sul fondo un «retro assist» di Fabinho. Dietro intanto si continua a ballare. Filipe non ne imbrocca una. Massoni è l’ombra del difensore, granitico, concreto, di inizio stagione. Secondo tempo 1′ Fuori Filipe dentro Carcione, ma soprattutto fuori Vitofrancesco dentro Sprocati. Mossa a sorpresa di Camplone, che prova così, arretrando Moscati nelle retrovie, a mettere benzina nel motore dei suoi. In curva Sud, intanto, quella occupata dai tifosi perugini, parte la coreografia: «Noi oggi, i nostri padri ieri: di questi colori sempre andati fieri». 10′ Il piano B di Andrea Camplone – il solito, 4-2-3-1 con Mazzeo tra Sprocati e Fabinho, dietro a Eusepi – produce possesso e qualche buona verticalizzazione. Ma di effetti positivi dietro neppure l’ombra. Le distrazioni di un reparto in evidente difficoltà si manifestano tutte e tutte insieme al 5′. Napoli è libero di spingere. Cia può infilarsi e nessuna delle tre maglie biancorosse intorno a lui fa alcunché per evitarlo. Koprivec non esce. Massoni, ancora, rinvia in tre tempi e mette paura. 20′ Paura tanta, appunto, per il Perugia. Che al 15′ incassa pure il 3-0 (altra scellerata uscita-non uscita di Koprivec su inzuccata di Goldaniga), salvo poi vedersi graziare dall’assistente di Illuzzi, che con la Nord già in visibilio chiama l’offside. Fabinho prende fallo e il Perugia sale. Ma è un attimo: Arma si innesca e la bilancia torna a pendere dalla parte sbagliata, quella locale. 26′ GOL PERUGIA Nel tentativo di rinviare, Provedel colpisce la schiena di un compagno di squadra, Mazzeo intuisce e accorcia a porta vuota. 30′ Grifo sciatto e in confusione. Ma fortunato nel trovare (Mazzeo) il gol che tiene in vita la gara. Eusepi lascia spazio a Henty, che quindi va a sistemarsi punta centrale. Mazzeo, trattenuto in area da Crescenzi, cade a terra e chiede rigore. Illuzzi non fischia. 40′ Espulso kosnic (Pisa) per intervento a gamba tesa. 45’+4′  Succede, succede sempre: gol e vigore. Arriva il primo, segue il secondo. Gli umbri risorgono, seppure a momenti. E punzecchiano i toscani sulla trequarti. Henty svirgola il possibile e l’impossibile. Ma al 44′ impegna Provedel nell’intervento salvatutto di giornata. Seguiranno un errore incredibile di Scognamiglio e un mancato aggancio aereo di Massoni. Nient. Il forcing non serve. Pisa batte Perugia 2-1.

generalecasatrasferta
SQUADREPtGVNPRSPtGVNPRSPtGVNPRS
Frosinone452213633615291192023416114431311
Perugia452113623921251081117920115512212
Lecce3722114733242011623181017115241514
L’Aquila3622106632221511434131021116321912
Benevento34219753624261182125108101541114
Pisa332289525171711452169161144398
Catanzaro3221711321161611371871610442139
Pontedera302279633351711452211513113441220
Gubbio292178623251611443121313103431112
Grosseto282277824251411353121114114251214
Salernitana282177724211711524141011102531011
Prato272251252019101017210101712453109
Viareggio2122499192991116471312113351216
Barletta1822391012271011245814811155413
Ascoli152147102029101024410149112361015
Paganese132234151737411119820911236917
Nocerina122235141846911236922511128924

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.