giovedì 20 giugno - Aggiornato alle 15:14

Perugia, Santopadre ha scelto: Camplone resta anche se a tempo

Andrea Camplone (Foto F.Troccoli)

di Barbara Isidori

Dopo la sconfitta sonora è meritata contro il Vicenza ha fatto scattare l’allarme in casa Perugia. Il primo ad essere sulla graticola è stato il tecnico Andrea Camplone. Subito dopo la partita si era parlato di un suo imminente esonero. Il presidente Santopadre ha parlato velocemente con i suoi ed ha preso la sua decisione. Camplone resta alla guida del Grifo. O per lo meno lo farà fino alla gara di venerdì sera contro il Modena di mister Novellino. Quella sarà l’ultima prova di appello per il tecnico biancorosso. O si fanno punti o si va a casa. Nessun’altra scusante o alibi. Anche perché Alessandro Calori è stato avvistato più volte in compagnia della dirigenza perugina ed è stato più volte additato come possibile sostituto del tecnico pescarese. Insomma fiducia a tempo per Camplone. Meno di una settimana per riassemblare la squadra e fare risultato.

FOTOGALLERY

Il miglior Grifone: Pagellone interattivo

Contestazione I tifosi stavolta fanno sul serio. Al ritorno della squadra da Vicenza sono andati a contestare duramente i grifoni. Circa un centinaio di sostenitori biancorossi hanno aspettato il pulman e lo hanno accerchiato. A scendere per parlare sono stati Camplone e Comotto. Poche parole ma coincise da parte dei tifosi che non tollerano davvero più una squadra allo sbando come questa.  Volate parole  pesanti e poi sono stati fatti scendere tutti i giocatori per parlare a quattr’occhi. Confronto dunque molto serrato dalla quale poi è nata una clamorosa decisione.

Tutto il campionato del Perugia in un minuto

Ritiro annullato  Da domenica la squadra sarebbe dovuta andare in ritiro a meditare per schiarirsi le idee e riprendere subito la gusta rotta verso la prossima gara contro gli emiliani. Invece intorno alle 23.30 la società ha cambiato marcia. Perché, da quanto si legge dal sito ufficiale, proprio a fronte della richiesta dei tifosi il ritiro non si farà. Questa decisione, sempre come si legge, è stata presa per  «metterci la faccia» di forti te a tutto il popolo biancorosso. Nessuna prigione dorata dunque. Questa settimana i grifoni lavoreranno davanti a tutti. La squadra pertanto sosterrà una prima seduta di allenamento domenica mattina e di sicuro sarà presente un folto pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.