venerdì 18 gennaio - Aggiornato alle 12:36

Coppa Italia, tre graffi al Santarcangelo e il Grifo passa. 3-0 a firma Eusepi, Filipe e Insigne

PERUGIA (4-3-3): Stillo; Conti, Barison, Massoni, Sini (26’st Marconi); Filipe (1’st Moscati), Bijimine, Mungo; Insigne, Eusepi, Aveni (22’st Pagni). A disp.: Koprivec, Daffara, Sprocati, Mazzeo. All.: Camplone.
SANTARCANGELO (4-2-3-1): Calderoni; Calzola, Cola, Benedetti, Rossi; Mariani (15’st Beccaro), Negri; Moneti, Papa, Dell’Acqua (15’st D’Antoni); Radoi. A disp.: Stimac, Vona, Gori, Pesaresi. All.: Fraschetti.
RETI: 17’pt Eusepi, 44’pt Filipe, 14’st Insigne.
ARBITRO: Melidoni di Frattamaggiore.
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti: nessuno. Espulsi: nessuno. Angoli: 3-4. Recuperi: pt 1′, st 3′.

Le immagini

Pratica Coppa in archivio. Il Grifo graffia il Santarcangelo tre volte (Eusepi al 17′, Filipe al 44′, Insigne al 59′) e accede alla fase a «gironcini», quattro da tre squadre, che deciderà le semifinaliste del torneo. Bene Eusepi, bene Bijimine e Aveni contro i romagnoli. Moneti jr (ma anche Calzola, altro ex) non pervenuto, come il resto dei suoi.

Le interviste del post-partita

Secondo tempo

45′ Non succede altro al «Renato Curi»: Perugia batte Santarcangelo 3-0.
30′ Ci fosse un metronomo, a questo punto, in campo batterebbe a frequenza bassissima. Il Grifo allenta i tempi, il Santarcangelo suo malgrado non riesce a stringerli. L’unico affondo gialloblù arriva da calcio piazzato, porta la firma di D’Antoni, termina ingrato sugli spalti (deserti) del settore riservato ai romagnoli.
15′ Pronti-via e tiro ospite, dai 25 metri, potente ma centrale: Stillo copre con il petto, ma non trattiene. È il Santarcangelo a partire meglio: i romagnoli fanno più possesso e (a dirla tutta, senza alcun ordine e lucidità) arrivano al tiro una, due, tre volte nel giro di sette minuti. Tentativi senza pretese. Bijimine detta legge e disinnesca Negri. Insigne scalda le mani a Calderoni (8′) e preannuncia il tris che si concretizzerà di lì a breve.
14′ GOL PERUGIA
Insigne calamita una ribattuta della difesa, aiutato da una sponda di Eusepi, e rispedisce al mittente, mancino secco senza pensarci, in fondo alla rete. Perugia 3, Santarcangelo 0.
1′ Squadre in campo, nel Perugia fuori Filipe dentro Moscati.

Primo tempo

45′ Palla al Perugia, per lo più, al Santarcangelo non resta che chiudersi (talvolta pure goffamente, vedi pallonata nello stomaco rifilata da Cola a Mariani) e cercare di ripartire. Gli riesce male, ai romagnoli: troppo lenti e prevedibili per superare Mungo, Filipe e Bijimine. Che infatti vanno a segno esibendo un repertorio agli antipodi: scambi rapidi e ficcanti, corsa, possesso, e movimenti senza palla.
44′ GOL PERUGIA Mungo vede l’inserimento di Filipe e lo imbecca per il «cucchiaio» che vale il 2-0. Quasi un «no look» per l’ex Chieti, palla perfetta, come perfetta (e soprattutto fredda) è l’esecuzione del verdeoro.
30′ Al 21′ altra occasione «self made» di Eusepi, che gira di testa da distanza siderale un cross innocuo dalla trequarti di Sini e a momenti non raddoppia. Due minuti più tardi, Papa (che nel frattempo si sistemato sulla linea dei mediani, cambiando posto con Negri) si libera di Bijimine e conclude sul fondo. In tutta risposta, per il Perugia, break di Mungo a centrocampo e invito per Aveni che gira a Eusepi: niente di fatto.
17′ GOL PERUGIA  Cross da sinistra di Aveni, controllo e dribbling da due passi di Eusepi e palla nell’angolino basso più lontano.
15′ La prima chance è di Aveni (2′), servito sulla corsa da Eusepi, versione assistman, ma Calderoni dice «no». Ritmi di Coppa e qualche timido tentativo di giocata vera, per il Perugia. Il più vispo del Santarcangelo è Papa: gamba tanta, fosforo poco, Bijimine lo affronta e respinge colpo su colpo. Al 14′ gran botta da fuori di Mungo, di poco a lato.
1′ Partiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.