mercoledì 23 gennaio - Aggiornato alle 08:35

Il Perugia espugna Benevento: basta una rete di Ciofani per cacciare fantasmi e streghe

Ciofani esulta dopo il gol (Foto F.Troccoli)

di Giovanni Baricca

Niente carbone nella calza dei grifoni. Niente fantasmi, niente streghe, soltanto tre punti al «Ciro Vigorito» di Benevento. I primi del 2013. Un successo, determinato dal nono gol in campionato di Ciofani, che vede le statistiche registrare il secondo successo esterno stagionale per il Perugia. La classifica torna finalmente a sorridere. Che l’Epifania abbia davvero portato via tutti (o quasi) i problemi evidenziati dal Perugia nella prima parte del campionato?

Le immagini della partita

Formazioni Poche, ma decisive sorprese nei due undici titolari. Ugolotti risolve il ballottaggio Montini-Cipriani in favore di quest’ultimo e a centrocampo tiene in panchina De Risio (già pronto a lasciare le streghe, destinazione ancora ignota), preferendogli Carotti. Camplone, di contro, in mediana sceglie Di Tacchio e congela Nicco. Davanti è Rantier a chiudere il tridente offensivo. Dietro, sulla corsia di sinistra, Cangi prende in consegna il cliente più difficile di giornata: Mancosu.

Le interviste ai protagonisti

Pronti via Ritmi alti in mezzo al campo, lucidità e manovra scarse dalla trequarti in avanti. Tanto da un lato quanto dall’altro: la prima mezz’ora vola via senza emozioni, lasciandosi dietro solo gli errori dei difensori (su tutti quelli di Lebran, sponda Grifo) e l’inefficacia degli attaccanti (il cucchiaio di legno, in questo caso, va al giallorosso Cipriani). Una punizione di Rantier carambola sulle teste del duo inedito Cangi-Davì, il pallone schizza smorzato verso Gori, che infatti blocca senza problemi. Signorini corregge di testa, sul fondo, un calcio piazzato dalla bandierina di destra. E i sussulti del «Vigorito» finiscono qui. Le due squadre verticalizzano poco e pure male. Lo zero a zero resta l’unico risultato possibile.

Dubbio rigore e vantaggio Fino al minuto 28, quando le streghe chiedono un rigore per l’atterramento in area di Cipriani (autore dell’intervento Russo). Benassi ben piazzato sorvola, ma il dubbio resta. Nessun dubbio, invece, sul primo vero e decisivo affondo dei biancorossi. Dieci minuti più tardi: Esposito apre sulla destra, cross di Moscati e anticipo in tuffo di Ciofani, ai danni di Signorini, per il gol del vantaggio umbro. Chiude la frazione l’infortunio di Marchi, costretto a uscire dal rettangolo di gioco e a lasciare a Montini.

Dentro Gianluca Nicco Si torna in campo sulla falsa riga del primo tempo. Con la mediana in confusione, inizialmente. E poi con un altro rigore, anche stavolta recriminato da Cipriani (caduto in area dopo un contrasto con Cangi) e anche stavolta non concesso dal fischietto bolognese che, peraltro, ammonisce il centravanti per simulazione. Politano e Rantier si scambiano di ruolo. Di Tacchio, al 19’, cede il posto a Nicco e probabilmente manda in archivio la sua esperienza in biancorosso.

Giallorossi all’attacco Costrette a prendere coraggio e a riversarsi nella metà campo ospite, nell’ultimo quarto d’ora le streghe crescono. Dici, il Grifo adesso rischia qualcosa. E invece no. Nonostante le dabbenaggini del solito Lebran (che infatti fa tremare Koprivec in un paio di occasioni), nonostante le diagonali sbagliate dalla retroguardia umbra e soprattutto nonostante, vai a capire perché, la scellerata altezza (sulla linea di centrocampo) della coppia di centrali biancorossi. Alla mezz’ora, Cangi si esibisce in due recuperi in «zona rossa», precisi e puntuali. Nel frattempo il Benevento resta in dieci per l’infortunio di Pedrelli. Al 38’ Rantier spara centrale sul portiere da posizione favorevole. L’incornata di Ciofani sui cartelloni pubblicitari, cross di Moscati, chiude la risma di occasioni umbre. Quella di Montini, che solo in area, a due passi da Montini, salta in controtempo e grazia il Grifo, chiude la gara. Il Perugia porta a casa la seconda vittoria in trasferta della stagione, la prima del 2013.

Tabellino

BENEVENTO (4-4-2): Gori; D’Anna, Signorini, Mengoni, Bolzan (22’st Pedrelli); Buonaiuto (10’st Cristiani), Davì, Carotti, Mancosu; Marchi (42’pt Montini), Cipriani. In panchina: Mancinelli, Siniscalchi, De Risio, Rinaldi. Allenatore: Guido Ugolotti.

PERUGIA (4-3-3): Koprivec; Cangi, Russo, Lebran, Liviero; Moscati, Esposito, Di Tacchio (19’st Nicco); Politano (35’st Fabinho), Ciofani, Rantier. In panchina: Giordano, Garcia, Barra, Moneti, Tozzi Borsoi. Allenatore: Andrea Camplone.

ARBITRO: Gian Luca Benassi di Bologna (assistenti Stasi e Di Salvo, entrambi di Barletta).

RETI: 37’pt Ciofani.

NOTE: stadio «Ciro Vigorito» di Benevento, spettatori 2500 circa di cui 60 provenienti da Perugia. Ammoniti: Davì, D’Anna, Cipriani, Mengoni, Signorini; Di Tacchio. Angoli: 3-4. Recuperi: 2’pt, .

2 risposte a “Il Perugia espugna Benevento: basta una rete di Ciofani per cacciare fantasmi e streghe”

  1. […] di Ciofani per …Umbria 24 NewsNiente fantasmi, niente streghe, soltanto tre punti al Source: leggi tutto… Posted in Ultimissime ← Previous Cerca…Fonti Consigliate: Diventa anche tu una […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.