mercoledì 23 gennaio - Aggiornato alle 08:35

Perugia falcidiato dagli infortuni: Di Carmine ko per un mese e mezzo, in preallarme Bianchi

All’infortunio di Brighi si aggiunge l’assenza del bomber biancorosso mentre in difesa cresce l’incertezza con Belmonte e Mancini indisponibili. Monaco è squalifcato

serie b perugia di carmine
La grinta di Di Carmine (foto F.Troccoli)

di G.N.

Continua a essere bersagliata dalla malasorte la squadra di Cristian Bucchi: dopo la sconfitta rimediata a La Spezia a causa degli episodi c’è anche da fare i conti con l’emergenza in difesa e a centrocampo fino ad arrivare all’infortunio di Di Carmine, costretto a rimanere fuori per oltre un mese.

La situazione Frattura composta  del terzo metatarso del piede destro: questo il responso dello staff medico del Perugia che ha fornito l’entità del danno subito dal bomber biancorosso nel match che ha visto i grifoni interrompere la striscia positiva di risultati che durava da diecigiornate. A questo punto sembra scontato l’utilizzo di Rolando bianchi per la sfida della vigilia di Natale contro il Latina, ma occorrerà valutare tanti altri aspetti legati alla scelta della formazione e del modulo da schierare vista l’anemia di difensori e centrocampisti.

Difesa e e centrocampo La retroguardia sarà penalizzata dalla squalifica di Salvatore Monaco e dall’indisponibilità certa di Mancini che non si è visto affatto nel primo allenamento settimanale di lunedì pomeriggio al pari Belmonte. Nella seduta di lavoro di Pian di Massiano è stato anche provato Joss nel ruolo di centrale difensivo anche se si spera di recuperare in extremis Marco Chiosa mentre per Brighi si prospettano due giorni di riposo. Il portiere Antonio Rosati, invece,  ha subito un forte trauma contusivo alla coscia destra e come comunicato dalla società la gravità della lesione sarà valutata nei prossimi giorni. La soluzione obbligata al momento sarebbe quella di aggrapparsi a Ricci e Acampora vista la condizione non perfetta di Zebli e i problemi accusati da Dezi prima della gara contro lo Spezia. La settimana in corso darà comunque nuove indicazioni al tecnico biancorosso, che dovrà affidarsi soprattutto all’esperienza di Guberti dal quale nascono sempre le principali insidie offensive del Grifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.