Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 15 aprile - Aggiornato alle 00:51

Nuovo stadio Ternana, il Comune procede spedito: dichiarazione di pubblico interesse a maggio

L’assessore Salvati «Iter articolato, siamo al lavoro per concludere prima del termine che la legge ci assegna»

L’amministrazione comunale ha ricevuto lo studio di fattibilità del nuovo stadio da parte della Ternana Calcio lo scorso 23 febbraio. Come previsto dalla normativa, entro 90 giorni da quella data il Comune è chiamato a dichiarare il pubblico interesse della proposta. Si tratta di una procedura articolata che coinvolge diversi soggetti istituzionali con passaggi e tempistiche obbligate, proprie degli iter amministrativi.
L’assessore ai lavori pubblici, Benedetta Salvati dichiara «Siamo consapevoli dell’importanza del progetto per lo sviluppo della città, abbiamo dato avvio immediatamente alla procedura affinché si svolgesse nei tempi previsti e secondo le regole. Oltre questo, riteniamo importante che tutto avvenga nella massima trasparenza e condivisione. Pensiamo perciò che sia doveroso tenere informati i cittadini, insieme ai diretti interessati, su come si sta svolgendo la procedura».

VIAGGIO NEL NUOVO STADIO

L’iter e il cronoprogramma L’assessore illustra i passaggi dall’inizio della procedura «Il 9 marzo, in sede di conferenza dei dirigenti, il Rup ha illustrato ai colleghi il progetto e il cronoprogramma del procedimento amministrativo che porterà alla dichiarazione di pubblico interesse dell’opera; il 10 marzo è stata firmata la determina dirigenziale per la costituzione dei gruppi di lavoro (il gruppo di lavoro dei lavori pubblici; il gruppo di lavoro interdirezionale a supporto del Rup (Responsabile unico del procedimento) per la redazione del parere generale). L’11 marzo la documentazione è stata condivisa con tutte le direzioni interessate insieme alla richiesta di elaborazione di un parere con eventuali indicazioni e /o prescrizioni entro e non oltre il 30 marzo. Ed in effetti i pareri e le prescrizioni delle direzioni comunali sono arrivati entro la data prevista ed acquisiti agli atti. Il 12 abbiamo provveduto alla convocazione della conferenza di servizi alla quale sono stati chiamati a partecipare la sovrintendenza per gli aspetti archeologici, i Vigili del Fuoco, la Regione Umbria, il Coni, Rfi, (per le questioni riguardanti la rete ferroviaria), il Consorzio di Bonifica, Consorzio di bonifica, Ausl, Arpa, Sii, Auri, Asm, Udg, Terni reti, le società delle telecomunicazioni e il proponente. Si tratta di un notevole numero di soggetti tutti in qualche modo coinvolti in questo grande progetto: ognuno di loro dovrà fornire le risposte e i pareri richiesti sullo studio di fattibilità entro il 26 aprile (45 giorni di tempo). Alcuni di questi pareri, peraltro, sono già stati acquisiti».

TRA LIBERATI E PALATERNI 800 POSTI DI LAVORO

In dirittura d’arrivo «Alla scadenza del termine del 26 aprile, nei giorni immediatamente successivi, quando avremo raccolto tutti i pareri e le prescrizioni, saremo in grado di firmare la determina di approvazione degli esiti della conferenza di servizi e procedere alla predisposizione della delibera di giunta con la proposta al consiglio comunale – continua l’assessore – A questo punto sarà predisposta la delibera del consiglio comunale con la dichiarazione di pubblico interesse, discussa nelle commissioni competenti e, infine, approvata in consiglio comunale entro la metà del prossimo mese di maggio». A seguito della dichiarazione di pubblico interesse il proponente, ovvero la società Ternana Calcio, dovrà presentare al Comune il progetto definitivo che poi, come noto, avrà necessità di autorizzazioni anche di competenza regionale.

I commenti sono chiusi.