Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 16 gennaio - Aggiornato alle 19:43

Nazionale italiana si tinge di Rossoverde: ecco la mostra ‘Un secolo di azzurro’

Esposizione al Palasì fino al 22 gennaio, maglie storiche, coppe e medaglie. Terni sbarca in Svizzera con lo sport outdoor

Foto di Ternana calcio

È stata inaugurata lunedì al Palasì in piazza della Repubblica a Terni la mostra itinerante ‘Un secolo d’azzurro’: arriva in città la più grande rassegna storica ed antologica sulla Nazionale italiana di calcio, dalla sua fondazione nel 1898 ai nostri giorni. Sono oltre 500 i cimeli ‘azzurri’, ma l’esposizione ha anche un tocco di Rossoverde, infatti è possibile visitare un angolo Ternana, con maglie storiche, coppe e medaglie del passato recente e non della squadra della città. Intanto Terni sbarca in Svizzera con lo sport outdoor: passa in giunta la delibera che definisce l’iniziativa dell’amministrazione comunale di affidare alla società Outkomm, specializzata nel turismo outdoor sui tre mercati di riferimento Dach (Germania, Austria, Svizzera),  un rapporto di collaborazione in marketing e comunicazione sul mercato svizzero.

Un secolo d’azzurro L’esposizione è stata organizzata dal Comune di Terni, la Ternana Calcio è finanziatrice e sponsor, curata da Mauro Grimaldi (consigliere delegato di Federcalcio servizi), promossa dall’associazione S. Anna di Aldo Rossi Merighi e Sabrina Trombetti e patrocinata da Anci, Figc e Adicosp. Il taglio del nastro lunedì alla presenza dell’assessore allo Sport, Elena Proietti. L’esposizione durerà fino al 22 gennaio con ingresso gratuito, ogni giorno, dalle 15.30 alle 19.30. Il sabato e la domenica orario extra, dalle 10.00 alle 13.00.

Da Terni fino alla Svizzera Via al rapporto di collaborazione in marketing e comunicazione sul mercato svizzero: «Per lo sviluppo turistico del nostro territorio – ha detto l’assessore Elena Proietti – così come lo immaginiamo, soprattutto per quel che riguarda il segmento degli sport outdoor, dobbiamo essere molto attivi, dobbiamo muoverci d’anticipo con una nostra strategia sui mercati che presentano le maggiori possibilità per cogliere tutte le possibilità di sviluppo. Per questo, specie in una fase così complessa come quella che si prospetta durante la pandemia e nel post Covid, abbiamo pensato di iniziare a presentare in Svizzera le caratteristiche del territorio ternano per poi passare alla Germania e all’Austria». Outkomm Gmbh, fornitore dell’Enit a Zurigo, ha sede in Svizzera e si è proposta al Comune di Terni per azioni di marketing mix, dalle pubbliche relazione presso i media a lingua tedesca dei tre paesi Ue, Germania, Austria e Svizzera per la promozione turistica del turismo outdoor del territorio ternano e della sua offerta turistica complessiva. Il Comune di Terni, in questa prima fase di promozione rivolta principalmente alla Svizzera, investirà una somma di 15 mila euro. La società svizzera, in particolare, s’impegna a realizzare per conto del Comune di Terni una serie di azioni di pubbliche relazioni, di consulenza, redazioni di testi, traduzioni, selezione target, ricerca di interesse presso la stampa a lingua tedesca, nei media e negli influencer dei social media. Inoltre saranno organizzati press trip, con l’invito a giornalisti da portare a Terni per una visita formativa sulla destinazione turistica e la sua offerta e un servizio di  ufficio stampa. «Il mercato svizzero nel settore dell’outdoor – sottolinea l’assessore – è uno dei più ricchi e sviluppati d’Europa”. Gli svizzeri sono infatti i più vacanzieri d’Europa, con una media di circa 3 partenze pro capite all’anno, rispetto all’1,63 che si registra negli altri Paesi e con una spesa pro capite tra le più elevate. Il potenziale è davvero grande – chiosa – perché, il popolo svizzero, che conosce molto bene la destinazione Italia è alla ricerca, da sempre, di mete meno battute dai turisti, le più autentiche ed emozionanti».

I commenti sono chiusi.