giovedì 22 giugno - Aggiornato alle 16:21

Lega Pro: Niente Ferrari per il Gubbio, ha scelto il Tuttocuoio. Resta il nodo Volpe

L’attaccante era atteso in sede, invece s’è recato a Ponte a Egola per la firma col club toscano. Il portiere sempre più propenso all’addio

Franco Ferrari, a sinistra, firma con il Tuttocuoio

di Roberto Barbacci

Sembrava tutto fatto, e invece alla fine non se n’è fatto più nulla. Perché Franco Ferrari, l’attaccante italo-argentino promesso sposo del Gubbio da almeno una decina di giorni, alla fine s’è accasato al Tuttocuoio. Una sorpresa decisamente sgradita per l’ambiente eugubino, tanto che Beppe Magi aspettava il giocatore alla ripresa degli allenamenti che come da programma s’è tenuta nella giornata di lunedì. Invece Ferrari al “Barbetti” non s’è visto, mentre lo hanno visto (e bene) a Ponte a Egola, quartier generale del Tuttocuoio che s’è ritrovato in rosa un po’ a sorpresa, col Genoa che a quanto pare ha preferito la soluzione del prestito alla società neroverde piuttosto che a quella eugubina. A questo punto è evidente che sul mercato del Gubbio ripiomba lo spettro di un paio di anni fa, quando nell’ultima sessione invernale tra i professionisti la società non riuscì a portare alla corte di Acori elementi di spessore (arrivò solo il baby Tutino, peraltro reduce da un grave infortunio) al punto che il girone di ritorno si rivelò un autentico calvario con tanto di retrocessione ai play-out.

Obiettivi giovani. Alcuni nomi rimbalzati nelle scorse settimane (molti, va detto, senza una minima chance di vestire il rossoblù) hanno già trovato una sistemazione, vedi Melandri che ha firmato col Fano mentre Guidone è ufficialmente fuori dal mercato, specie se come sembra la Reggiana dovesse cedere oltre a Falcone (destinato alla Viterbese) pure Otin Lafuente e Nolè, corteggiatissimo dal Cosenza oltre che dal Bassano. I tifosi eugubini potrebbero semmai accontentarsi pensando alla probabile conferma di Daniele Ferretti, sul quale la Samb ha provato a forzare la mano ricevendo un secco no dalla dirigenza eugubina. In uscita ci sono Pollace, Marghi, Lunetta, Musto (conteso da Lecce e Cosenza) e probabilmente pure Costantino, ma a quel punto gli innesti da fare non potranno essere inferiori a 3-4 elementi, con Lorenzo Carissoni (20) del Torino prima scelta per la difesa al pari di Claudio Zappa (20), terzino destro scuola Juventus. Lontanissimo (ma c’era da aspettarselo) Crocifisso Miglietta, in uscita dal Parma ma conteso da diversi club di Lega Pro (Lucchese e Carrarese in primis).

Volpe, il caso non si sgonfia. E resta sempre un’incognita il futuro di Giacomo Volpe (21): l’agente Crescenzo Cerere ha ribadito l’intenzione di portar via da Gubbio il suo assistito, chiuso da 14 gare a questa parte da Narciso nonostante i mugugni della piazza. Cerere ha spiegato che lasciare il ragazzo per altri 5 mesi a fare il dodicesimo, specie dopo l’ottima stagione passata e quanto di buono fatto vedere a inizio torneo, sarebbe solo controproducente. Non mancano le pretendenti al ragazzo, ma il diesse Pannacci ha fatto capire di non voler cedere e di essere pronto a tutto per non lasciar partire il ragazzo.