sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 12:18

La Ternana torna alla vittoria: Hristov, Frediani e Nicastro stendono il Rimini

Bel successo dei rossoverdi che ritrovano i punti dopo due ko di fila: Furlan sbaglia un calcio di rigore

Bella vittoria per la Ternana che con Hristov, Frediani e Nicastro torna alla vittoria, dopo le sconfitte subite contro Pordenone e Vicenza. Una boccata d’ossigeno dunque per mister De Canio, che avrebbe potuto godersi anche una vittoria più larga se Furlan non avesse sbagliato un calcio di rigore. Ma la gara non è mai stata in discussione: i rossoverdi salgono a quota 23 in classifica.

Le immagini dal Liberati: gallery

Primo tempo Le Fere passano in vantaggio dopo cinque minuti: punizione laterale di Furlan, palla dentro e colpo di testa vincente di Hristov, bravo ad inserirsi. Poco dopo la reazione del Rimini che si presenta davanti a Iannarilli con Cecconi che devia verso la porta, ma il portiere rossoverde è attento. Non male la squadra di De Canio: Marilungo e Bifulco sembrano ispirati e si muovono molto su tutto il fronte d’attacco. Proprio loro alla mezz’ora collezionano una palla gol, con l’esterno d’attacco che si accentra e può calciare da posizione pericolosa dopo l’assist del compagno, palla di poco alta. Ancora Ternana: Pobega recupera un buon pallone sulla trequarti e serve Marilungo in profondità, l’attaccante però indugia troppo e perde una grande occasione per il raddoppio. Non è finita, perché poco dopo ancora una grande chance per Marilungo, ben servito da Furlan, palla fuori da ottima posizione.

Secondo tempo La ripresa inizia subito al meglio per Diakité e compagni: Bifulco si conquista un rigore, costringendo il difensore al fallo quasi sulla linea di fondo. Dal dischetto va Furlan ma il suo destro è debole e centrale, Scotti blocca. Ma il gol è comunque nell’aria: palla lunga per Frediani, dimenticato dalla difesa del Rimini, l’attaccante ha tutto il tempo di controllare e superare il portiere in uscita con un tiro potente. Gara in ghiaccio. E nel finale Nicastro approfitta di un errore difensivo degli avversari e insacca a porta vuota.

I commenti sono chiusi.