lunedì 19 agosto - Aggiornato alle 12:52

La resa dei conti. Sir Volley Perugia dà l’assalto allo Scudetto

Martedì sera ultima finale Tricolore contro Civitanova. Per i Block Devils è caccia al secondo Tricolore consecutivo

la grinta dei Block Devils (foto Benda)

L’ultima fermata. È arrivata al capolinea la Superlega 2018-2019 e martedì sera emetterà il suo verdetto. Manca ormai pochissimo a gara 5 di finale scudetto con la Sir Safety Conad Perugia che ospita la Cucine Lube Civitanova. Tutti in campo sera alle ore 20.30 in un PalaBarton che sarà gremito e con diretta tv su Raisport. È arrivato il match senza appelli, senza possibilità di replica. Con le due squadre con due vittorie per parte nella serie, domani sera si assegna il titolo di Campione d’Italia. C’è ovviamente grande attesa in città ed in seno al tifo organizzato bianconero per la gara che, al netto di tutte le possibili interpretazioni, vale certamente un bel pezzo di stagione. Vale certamente quel triangolino tricolore che i Block Devils inseguono da ottobre. Mattone dopo mattone, vittoria dopo vittoria, punto dopo punto, i bianconeri sono arrivati a giocarsi lo scudetto tra le mura amiche del PalaBarton, piccolo grande vantaggio costruito durante la regular season.

Le ultime Niente cambi per Perugia rispetto a gara 4. Sette di partenza confermati con De Cecco in regia ed Atanasijevic opposto, Podrascanin e Ricci centrali, Lanza e Leon schiacciatori e Colaci libero. Nessuna variazione neanche per Civitanova con De Giorgi che spedirà in campo Bruno e Sokolov diagonale di posto due, Cester e Simon coppia di centrali, Juantorena e Leal martelli ricevitori e Balaso libero. Cosa dire di Perugia-Civitanova che ancora non sia stato detto? Probabilmente una sola cosa, cioè che un match del genere, un vero e proprio spareggio, si giocherà forse più di testa che di gambe. Mantenere dritta la barra quando si andrà in difficoltà, trarre energia dai momenti invece positivi, avere la capacità di non perdere di vista l’obiettivo nonostante l’importanza della posta in palio saranno fattori determinanti. Perugia dovrà buttare tutto quello che: cuore, carattere, ovviamente tecnica e tattica, voglia di vincere e determinazione. La resa dei conti, sportivamente parlando, è arrivata.

I commenti sono chiusi.