mercoledì 17 luglio - Aggiornato alle 00:56

Internazionali di Perugia, Delbonis fatica con Zeppieri. Avanti Lorenzi e Quinzi

La testa di serie nr.1 supera in rimonta lo juniorez azzurro, applausi per ‘Paolino’ che vola agli ottavi. Eliminato Dzumhur, ko col brasiliano Clezar

Gianluigi Quinzi in azione (foto Magni)

Gianmarco Moroni si prende la scena degli Internazionali di Tennis Città di Perugia. Il romano classe ’98 ha eliminato la testa di serie numero 6 Salvatore Caruso (protagonista di un splendido Roland Garros in cui ha raggiunto il terzo turno del tabellone principale) con il punteggio di 6-1 6-4, staccando il pass per gli ottavi di finale del Challenger di Perugia. Avanti la prima testa di serie, Federico Delbonis, che ha dovuto faticare non poco per tenere a bada il talentuoso Giulio Zeppieri, juniores, superato in rimonta 16 63 63. Fuori invece il secondo favorito, il bosniaco Dzumhur, sconfitto al terzo set dal brasiliano Clezar. Avanti tra gli applausi del pubblico del Tennis Club Perugia la quarta testa di serie, Paolo Lorenzi, vittorioso 61 76 sul francese Lamasine. Seconda rimonta consecutiva di Gianluigi Quinzi, che dopo aver battuto Roberto Marcora al primo turno ha avuto la meglio dello slovacco Filip Horansky per 3-6 6-2 6-2. Nuovi segnali positivi da parte del mancino marchigiano, abile a sfruttare al meglio il proprio rovescio in fase offensiva e a rispondere con continuità ai pesanti servizi degli avversari. Avanti Stefano Napolitano, giustiziere in due set dello spagnolo Oriol Roca Batalla, mentre un altro spagnolo, la testa di serie numero 3 Albert Ramos Vinolas, ha vinto il “match of the day” con il punteggio di 7-5 6-7 7-6 contro Riccardo Bonadio, ko dopo 3 ore e 22 minuti di gioco. Agli ottavi di finale anche l’argentino Facundo Bagnis, che ha fatto fuori il dominicano Jose Hernandez-Fernandez.

I commenti sono chiusi.