domenica 9 dicembre - Aggiornato alle 20:22

Il Perugia delude a Sorrento, finisce 0-0. Al fischio finale la contestazione dei tifosi biancorossi

Il Perugia strappa solo un punto a Sorrento (foto F.Troccoli)

Il Perugia strappa solo un punto a Sorrento (foto F.Troccoli)

di Giovanni Baricca

SORRENTO – Altra uscita del Perugia di Camplone in campionato, altro pareggio. Deludente per classifica (ora complicata) e per avversario (tutt’altro che irresistibile). Finisce a reti inviolate allo stadio «Italia» di Sorrento. Zero a zero. Ma con tanti rimpianti e con tanta rabbia: quella dei tifosi del Perugia, che al termine della partita non hanno risparmiato ai biancorossi – nessuno escluso, solo il baby Politano – cori e grida di scherno e frustrazione.

Così in campo Dal cilindro, Andrea Camplone estrae Barra: Berretti classe 1994 già autore di uno scorcio di partita in Coppa Italia, ad Aprilia. Per il resto, rispettate le indicazioni della vigilia, con il tridente composto da Politano, Ciofani e Rantier, e con Russo, nel cuore della difesa, a rilevare Lebran. Tre-cinque-uno-uno, dall’altra parte, per il Sorrento: Corsetti unica punta, Vitto alle sue spalle.

Primo tempo a reti inviolate La prima frazione inizia e i costieri trovano una punizione sulla destra, causa fallo di Martella: Koprivec esce ma non trova la sfera, che sfila sul fondo. Risponde il Grifo con Cenciarelli (12’), che intercettata una ribattuta corta del Politano, dalla bandierina, cerca subito il bersaglio. Ancora Rossi, ancora in calcio d’angolo. I locali occupano stazionari le fasce laterali; il Perugia prova a fare altrettanto, ma il tentativo riesce bene soltanto sulla destra, perché a sinistra, dove agisce Rantier, ogni palla giocabile si trasforma in un’occasione persa. 17’: Guitto in slalom salta prima Cenciarelli, poi Moscati: tiro rasoterra a incrociare, sul fondo. 28’: Corsetti da posizione defilata ma interessante, il tiro è debole e poco angolato, Koprivec blocca in parata bassa. Occasioni poche da entrambe le parti, ma ai punti sono i costieri a strappare la frazione. Il primo tiro di Ciofani arriva al 43’; due minuti prima, Jefferson interviene in scivolata su Corsetti, al centro dell’area, e l’attaccante va giù: il fallo non c’è, il direttore di gara lascia proseguire.

Ripresa sottotono Si torna in campo e non cambia niente. Nel senso: niente turn-over dalla panchina e nessun guizzo delle due squadre. Non del Perugia e neppure del Sorrento, per i primi dieci minuti… Martella perde palla a centrocampo (11’), Esposito va in contropiede e serve Corsetti: provvidenziale il recupero in scivolata di Cenciarelli. Pericolo sventato. Tre minuti: incornata sottomisura di Guitto, colpo di reni di Koprivec, palla in corner. Mezzo miracolo. Camplone, a questo punto, sposta Barra sulla sinistra e piazza Cenciarelli al centro del cerchio di centrocampo. Poi lo toglie, al suo posto entra Carloto. E il Sorrento accarezza il vantaggio: Guitto da calcio piazzato, Corsetti prolunga, Beati insacca di testa. Offside, si rimane sullo 0-0. Al 25’ la prima vera occasione per i grifoni: Rantier sventaglia in mezzo, Politano prolunga e Ciofani, di destro, gira in porta. Rossi emula Koprivec e salva i suoi.

Perugia in dieci Alla mezz’ora, l’episodio che potrebbe cambiare la gara: Rantier, ammonito, perde l’ennesimo pallone a centrocampo e, nel tentativo di recuperare, commette fallo. È il secondo: rosso. Le opportunità vere, da entrambe le parti, finiscono qui: con un tiro di Esposito dalla distanza (sul fondo), con uno di Anania da destra (Rossi respinge) e con l’ultima fiammata di Corsetti (44’) e conseguente ultimissimo miracolo di Koprivec, in corner.

IL TABELLINO DEL MATCH

SORRENTO (3-5-1-1): Rossi; Balzano, Nocentini, Di Nunzio; Esposito A., Beati (44’st Esposito R.), Arcuri, Zanetti, Bonomi; Guitto (34’st Schenetti); Corsetti. A disposizione: Polizzi, Terminiello, Vigorito, Di Dio, Ferrara. All. Bucaro.

PERUGIA (4-3-3): Koprivec, Anania, Russo, Jefferson, Martella; Cenciarelli (19’st Carloto), Barra, Moscati; Politano (46’st Paonessa), Ciofani (37’st Fabinho), Rantier. A disp: Giordano, Lebran, Di Tacchio, Clemente. All. Camplone

ARBITRO: Ivano Pezzuto di Lecce.
NOTE: spettatori 1.500 circa, di cui 250 provenienti da Perugia. Ammoniti: Beati; Rantier, Cenciarelli, Martella. Espulsi: Rantier per somma di ammonizioni (28’st). Angoli: 8-6. Recuperi: 2’pt, 3’st.

GLI ALTRI RISULTATI
Avellino-Latina 1-1
Benevento-Frosinone (lunedì)
Carrarese-Catanzaro 2-2
Gubbio-Nocerina 2-1 (venerdì)
Paganese-Andria 2-2
Prato-Barletta 1-0
Sorrento-Perugia 0-0
Viareggio-Pisa 2-2

LA CLASSIFICA
Pisa 23
Latina 21
Gubbio 21
Frosinone 20
Avellino 20
Paganese 19
Prato 18
Viareggio 17
Nocerina 17
Perugia 15
Benevento 14
Andria 14
Catanzaro 12
Sorrento 7
Barletta 6
Carrarese 6

Penalizzazioni: Andria, Frosinone, Latina e Perugia -1

PROSSIMO TURNO (domenica 9 dicembre)
Andria-Avellino
Barletta-Carrarese
Catanzaro-Sorrento
Frosinone-Paganese
Latina-Gubbio
Nocerina-Benevento
Perugia-Viareggio
Pisa-Prato

2 risposte a “Il Perugia delude a Sorrento, finisce 0-0. Al fischio finale la contestazione dei tifosi biancorossi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.