mercoledì 23 gennaio - Aggiornato alle 02:54

Goretti e Bartolini regalano il derby al Perugia. Pontevecchio battuta per 2 a 1

Alla fine di novanta minuti molto intensi il Perugia di Battistini infila la settima vittoria consecutiva battendo per 2-1 una Pontevecchio tutto cuore in quello che in molti, visti i trascorsi gloriosi dei biancorossi, hanno chiamato “il derby del giovedì”

Goretti esulta dopo un goal
L'esultanza di Goretti dopo l'uno a zero (Foto Troccoli)

di Daniele Bovi

Battaglia, aveva chiesto il presidente Damaschi alla vigilia, e battaglia è stata. Alla fine di novanta minuti molto intensi il Perugia di Battistini, con indosso per la prima volta le maglie ispirate a quelle storiche del Perugia dei miracoli, infila la settima vittoria consecutiva battendo per 2-1 una Pontevecchio tutto cuore in quello che in molti, visti i trascorsi gloriosi dei biancorossi, hanno chiamato “il derby del giovedì”. Una stracittadina in sedicesimi vinta meritatamente dal Perugia con un gol per tempo di capitan Goretti (48′) e di Bartolini (75′). Al 93′ invece è Fioretti a infilare un disattento Ripa con un sinistro da trenta metri non certo irresistibile. La partita però, arrivata a quel punto, non aveva più nulla da dire.

Pontevecchio versione novembre Battistini schiera Ripa in porta, Pupeschi, Cacioli, Goretti e Zanchi in difesa, Mocarelli, Benedetti e Borgese a centrocampo con Fiordiani in posizione più avanzata a supporto delle due punte Bartolini e Frediani. I ponteggiani di Spazzoni rispondono con Scarabattola in porta, Morucci, Cottini, Esposito e Lacrimini in difesa, Battaglini, Mattia Sisani, Cecchini e Regnicoli in mezzo e Filosi e Fioretti davanti. La Pontevecchio vista oggi al Curi è molto più guardinga di quell’undici spavaldo che tanta paura aveva messo ai grifoni quest’estate nel match di Coppa Italia.

Il Perugia parte bene e al 14′ Bartolini serve Frediani che entra in area e tenta un pallonetto di sinistro che si spenge però oltre la linea dell’out. Gli uomini di Spazzoni aspettano e al 24′ mettono il naso sotto la Nord reclamando un rigore per fallo di Cacioli su Regnicoli: Giovani di Grosseto però, giustamente, sorvola. Sempre al 24′ Frediani rimedia un’ammonizione, giusta, per un fallo su Sisani: Lacrimini, dal lato sinistro dell’area, mette una splendida palla in mezzo che Mocarelli, onnipresente, spizzica di testa togliendo la possibilità a Regnicoli, ben appostato sul secondo palo, di calciare comodamente di destro.

Frediani e Benedetti ci provano Al 31′ Frediani fa sfoggio di uno dei suoi numeri di alta scuola. Punizione vicino al corner destro e sinistro del “Pirata” a girare sul secondo palo. Scarabattola smanaccia e la porta è salva. In campo la battaglia è leale ma tosta e si randella da una parte e dall’altra. Cecchini e Esposito si prendono un’ammonizione a testa in un minuto: sulla punizione Borgese appoggia per il baby Benedetti che di sinistro però sparacchia alto sopra la traversa. Un minuto dopo lo stesso Benedetti fa sbandare la difesa ponteggiana sfondando sulla destra, ma quando entra in area pecca di egoismo cercando l’angolino basso invece che l’appoggio in mezzo.

Goretti gol Battistini si arrabbia e mentre tutti aspettano il fischio finale, il Perugia va in vantaggio con un gol che è un mix di astuzia e esperienza. I ponteggiani abbattono Frediani al limite dell’area, nessuno dei rossoverdi si piazza di fronte alla palla e così Mocarelli, sentita la chiamata di Goretti, batte subito mettendo il capitano solo di fronte alla porta di Scarabattola. Destro preciso e potente e Perugia in vantaggio. Poi non c’è più tempo e l’arbitro fischia la fine dei primi 45 minuti.

Perugia al trotto I secondi 45 iniziano con le stesse formazioni della partenza. I biancorossi però, con la pancia un po’ piena, non affondano il colpo trotterellando per 20 minuti. Dopo dieci minuti allora Spazzoni prova a cambiare le carte in tavola facendo entrare Russo e Magionami per Esposito e Filosi. Battistini al 15′ risponde buttando nella mischia il 16enne Mariani (ottima la sua partita) per Fiordiani.  Due minuti dopo mezzo pastrocchio in area biancorossa: Magionami dalla trequarti mette al centro, Ripa non ci arriva ma in qualche modo, confusamente, il reparto arretrato rimedia. Al 19′ Cottini, ben servito dai piedi di Sisani, incoccia di testa spedendo però la palla ben oltre lo specchio della porta di Ripa.

Goretti salva tutto Il Perugia allora capisce che è il caso di svegliarsi: al 21′ Benedetti sventaglia elegantemente sulla sinistra per l’accorrente Mariani, dribbling ai danni dell’esterno ponteggiano e cross al centro dove però non c’è nessun grifone pronto a raccogliere. I brividi veri però arrivano 120 secondi dopo. Ennesima palla in mezzo di Sisani, Cottini intercetta di testa, Ripa non ci arriva e mentre la palla è a pochi centimetri dalla rete, Goretti si fa trovare nel posto giusto salvando sulla linea. E’ la scossa per ripartire. Battistini toglie Frediani e fa entrare Luchini. Al 27′, dopo un bel contropiede,  Bartolini sfonda centralmente, gli esterni biancorossi si allargano a ventaglio ma alla fine l’appoggio della punta per Benedetti è troppo lungo. Appena sessanta secondi dopo Bartolini entra in area e, invece di servire Luchini, si incaponisce cercando lo sfondamento. Il muro della Pontevecchio regge. Ma solo per altri tre minuti.

Il raddoppio Al 30′ Benedetti raccoglie la palla dall’out di sinistra, entra in area involandosi lungo la linea di fondo campo e serve di punta una palla che Bartolini, a pochi centimetri dalla porta, non può sbagliare. Il Perugia si rilassa ancora e allora ci pensa il buon Magionami a suonare la sveglia con un destro di controbalzo che accarezza il palo destro a Ripa battuto. Da lì al 48′, quando Fioretti inventa un gol da 30 metri su cui Ripa ha le sue colpe, non succede più nulla. I grifoni, ingranata la settima, andranno domenica a Piancastagnaio prima del trittico di alta classifica con Todi, Castel Rigone e Montevarchi: novembre deciderà chi sarà la padrona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.