Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 14 aprile - Aggiornato alle 23:01

Ferracuti e Capoccia del Circolo scherma Terni al campionato italiano di spada femminile

Le atlete allenate da Alessandro Bartoli fremono dalla voglia di tornare in pedana, sono nella lista di interesse nazionale

Barbara Capoccia del Circolo Scherma Terni entra a far parte della lista di interesse nazionale di spada femminile, raggiungendo Elena Ferracuti già presente nello stesso raggruppamento. Entrambe sono automaticamente qualificate al Campionato Italiano Assoluto.

L’allenatore «Barbara ed Elena negli ultimi tempi hanno stretto ancora di più i loro rapporti all’ interno della Sala. Sono due atlete diverse per quanto riguarda il percorso che le ha portate ad avvicinarsi alla scherma ed a ottenere i rispettivi risultati – commenta il loro maestro, Alessandro Bartoli -, sono entrambe caparbie, possono migliorare moltissimo e crescere nonostante siano tecnicamente già formate. Dobbiamo concentrarci sui particolari, su quei piccoli cambiamenti che possono influire sulla prestazione in gara.  L’ Allenamento in nazionale, che Barbara ha sostenuto a Formia all’inizio di marzo, è andato molto bene, ho ricevuto degli ottimi feedback da parte dei maestri. Sa integrarsi immediatamente e grazie alla sua capacità di sacrificio sa affrontare il lavoro che le viene proposto da qualsiasi maestro. Barbara è una ragazza estremamente competitiva ed accetta le nuove sollecitazioni sempre con umiltà e passione. Non si mette mai in concorrenza con le altre, se non sulla pedana, perché credo che lei voglia prima di tutto vincere con se stessa, e ritengo che in un’ atleta sia una caratteristica fondamentale».

Le atlete Le ragazze si mostrano emozionate, ma soprattutto vogliose di tornare in palestra il prima possibile «L’allenamento è una bellissima esperienza sia dal punto emotivo che formativo, perché rapportarsi con atlete del massimo livello mi ha dato l’opportunità di apprendere nuove cose che sto cercando di riportare in sala – dichiara Barbara Capoccia – Sono molto consapevole dei miei punti di forza, ma sono comunque riuscita e rubare quel qualcosa che mi può aiutare a migliorare.  Ho voglia di tornare in pedana, di rimettermi in gioco. Spero di riuscire a fare anche qualche altra gara prima. Sono emozionata ma comunque concentrata sui miei obbiettivi». Continua Elena Ferracuti «Per me sarà ossigeno. L’allenamento è bellissimo, ma essere consapevoli di farlo in vista di un traguardo importante da un senso a tutte le fatiche di ogni giorno. Ogni volta che arrivo in gara ci ritroviamo a gestire l’emozione. Questa volta sarà come un debutto, in quanto il lavoro di gestione emotiva sarà maggiore rispetto alle altre volte perché è passato veramente troppo tempo dall’ ultima gara ufficiale. Speriamo di ricominciare il prima possibile».

I commenti sono chiusi.