lunedì 6 aprile - Aggiornato alle 13:42

Espressione blasfema riprese dalle telecamere, un turno di squalifica a Serse Cosmi

Durante la partita di Frosinone il tecnico del Grifo, evidentemente infuriato, bestemmia. E il giudice sportivo, con la prova tv, lo sanziona. Salterà il match con l’Empoli

Mister Serse Cosmi, allenatore del Perugia ©️Settonce Photoagency

Oltre al danno anche la beffa. Nel ko di Frosinone, secondo consecutivo per il Perugia, c’è da segnalare anche lo stop per un turno inflitto dal giudice sportivo al tecnico del Grifo Serse Cosmi, a causa di una espressione blasfema. Il tecnico di Ponte San Giovanni non sarà quindi in panchina lunedì sera contro l’Empoli, in una sfida determinante per il futuro biancorosso. Ecco il testo del comunicato del giudice sportivo: «ricevuta dal Procuratore federale rituale segnalazione ex art. 61, comma 3 CGS (a mezzo e-mail pervenuta alle ore 13.07 del 17 febbraio 2020) in merito alla condotta dell’allenatore Serse Cosmi consistente nell’aver pronunciato espressioni blasfeme al 38° del secondo tempo; acquisite ed esaminate le relative immagini televisive, di piena garanzia tecnica e documentale; considerato che l’allenatore in questione è stato chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva un’espressione blasfema, individuabile senza margini di ragionevole dubbio, e che, pertanto, tale comportamento, deve essere sanzionato ai sensi dell’art. 37 comma 1 lett. a), e della richiamata normativa sulla prova televisiva; per questo motivo delibera di sanzionare l’allenatore Serse Cosmi con la squalifica per una giornata effettiva di gara».

I commenti sono chiusi.