Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 21:25

Gravina eletto presidente Figc, il patron del Perugia Santopadre non entra in consiglio federale

E’ stato battuto nell’urna da Alessandro Marino e Giuseppe Pasini, presidenti di Olbia e Feralpisalò

Il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre è anche consigliere della Lega B

di Maurizio Troccoli

Gabriele Gravina è stato rieletto presidente della federcalcio. Resterà in carica per quattro anni. Nell’elezione svoltasi nel pomeriggio di lunedì ha battuto l’altro concorrente Cosimo Sibilia. Netta la vittoria dell’ex presidente del Castel di Sagro, presidente della Figc negli ultimi due anni, con all’attivo i successi della Nazionale del ct Roberto Mancini. Gravina ha ottenuto il 73% dei voti degli aventi diritto, 276.

Santopadre Tra chi comporrà il consiglio federale non ci sarà il patron del Perugia Massimiliano Santopadre, battuto nell’urna da Alessandro Marino e Giuseppe Pasini, presidenti di Olbia e Feralpisalò, che hanno ottenuto 18 e 23 voti. I restanti 18 voti se li sono divisi gli altri 5 candidati. Santopadre Nonostante un accorato appello per far convergere i voti dei presidenti della Lega Pro su di se e, l’invito, ad avere più coraggio, il patron del Perugia non ce l’ha fatta. Un intervento, il suo, durato 7 minuti con excursus sul suo arrivo a Perugia, società rilevata dal fallimento Covarelli, (dimenticando, come hanno sottolineato i presenti, che il presidente del dopo Covarelli era Damaschi e che Santopadre si aggiunse all’imprenditore di Cannara e a Moneti solo ai tempi della C2). Santopadre è stato sconfitto, essenzialmente perché in aperto contrasto con Ghirelli e Gravina. Il primo rieletto due settimane fa a stragrande maggioranza presidente della Lega Pro, il secondo favorito alla rielezione di presidente federale. Il gesto temerario del patron del Perugia, convinto di meritare la fiducia sulla base del coraggio di presentarsi senza sponsor, non ha avuto dunque successo. Tuttavia gli va dato atto di aver sfidato i potenti del calcio , pur senza una precisa strategia. Neppure Lotito, stavolta ha potuto essergli di aiuto.

I commenti sono chiusi.