venerdì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:44

Domina, soffre e alla fine vince: super Ternana a Catanzaro

I gol di Palumbo, Defendi e Paghera. Tozzo procura e para un calcio di rigore

di Lorenzo Pulcioni

Palumbo, Defendi e infine Paghera. La Ternana sbanca Catanzaro nei minuti finali e vince con merito una partita delicatissima. La Reggina vince anche a Teramo (che perde così per la prima volta in casa) e resta a sette punti di distanza. Ma il cammino della formazione calabrese non può far passare in secondo piano la prova dei rossoverdi.

Dominio nel primo tempo Ternana si presenta al Ceravolo in formazione rimaneggiata a causa delle tante assenze dopo la qualificazione ai quarti di Coppa Italia. Ma i rossoverdi sfoderano un primo tempo tutto cuore, pressing e giocate in velocità. Dopo otto minuti Paghera buca il pallone del possibile vantaggio. E’ però Palumbo al 18° con un preciso sinistro da fuori a trovare il varco per il gol che porta avanti la Ternana. Ternana padrona del campo ma un’uscita sbagliata di Tozzo su Statella regala il calcio di rigore ai padroni di casa. Tozzo si riscatta in pieno e vola a deviare l’angolato tiro dal dischetto di Kanoute. Dall’altra parte Marilungo sfiora l’incrocio alla mezzora dopo l’ennesima azione fatta in frasegio. Primo tempo dominato e Ternana meritatamente avanti.

La vittoria matura nel finale In avvio di ripresa il black-out, anche grazie al cambio di modulo di Grassadonia che passa al 4-3-1-2 con l’inserimento di Di Livio. E’ proprio l’ex (ce n’erano ben otto nel Catanzaro) e figlio di Angelo che su uno scherma da palla ferma, pesca in area Riggio la cui sponda trova la deviazione vincente di Celiento. Tutto da rifare per la Ternana che dopo un attimo di scoramento si ributta in avanti. Sini sfiora il palo su corner, poi la giocata di Ferrante chiama alla grande parata Di Gennaro. Gli animi in campo si scaldano, mentre Gallo manda in campo Partipilo e Vantaggiato. La Ternana vuole vincere e ci riesce nel finale. A 3 minuti dal 90° Partipilo pesca in area Defendi, tiro a giro che prende il palo e poi la deviazione di Martinelli che infila la propria porta. Al 92° uno strepitoso Palumbo lancia in porta Paghera che fulmina Di Gennaio in diagonale. Partita chiusa e grande festa sotto la curva dove ci sono i tifosi giunti da Terni. La Reggina continua a volare, ma questa Ternana è solo da applaudire.

foto dal profilo Facebook della Ternana Calcio

CATANZARO – TERNANA 1-3

CATANZARO (3-5-2): Di Gennaro; Pinna (42’pt Riggio), Martinelli, Celiento; Favalli, Casoli (8’st Di Livio), Maita, Tascone (28’st De Risio), Statella; Nicastro, Kanoute (28’st Fischnaller). A disp.: Adamonis, Signorini, Quaranta, Nicoletti, Urso, Giannone, Calì, Doudou. All. Grassadonia.

TERNANA (3-5-2): Tozzo; Suagher, Sini, Celli; Parodi, Damian (24’st Defendi), Palumbo, Paghera, Mammarella; Ferrante (38’st Vantaggiato), Marilungo (34’st Partipilo). A disp.: Iannarilli, Marcone, Nesta, Russo, Bergamelli, Torromino. All. Gallo.

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia

MARCATORI: 18’pt Palumbo (T), 9’st Celiento (C), 42’st Defendi (T), 48’st Paghera (T)

Ammoniti: Nicastro, Riggio, Martinelli, De Risio, Maita (C), Sini, Defendi, Palumbo (T)

I commenti sono chiusi.