lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 00:22

Dalla Cascata delle Marmore alla Rocca di Albornoz: non solo scherma per i master a Terni

Al Pala De Santis la 4° prova nazionale per circa 700 atleti over 23. La promozione turistica del territorio

Sport, turismo e promozione del territorio. Al Palatennistavolo Aldo De Santis di Terni nel prossimo fine settimana 15-16 febbraio si terrà la 4° prova nazionale master di scherma, riservata agli atleti e le atlete over 23. L’evento è stato presentato nella sala giunta di Palazzo Spada e punta a registrare le 700 presenze in pedana. Le iscrizioni si chiudono tra due giorni, al momento sono oltre 150 le società rappresentate.

VIDEO INTERVISTA

FOTOGALLERY

Settecento in pedana «I master rappresentano un vero e proprio movimento parallelo – spiega il presidente del Circolo Scherma Terni, Alberto Tiberi – parliamo di professionisti che si spostano con le loro famiglie e possono portare un indotto di almeno 6.000 presenze. Sarà un evento sportivo ma anche un’occasione importante per veicolare il turismo e la promozione del nostro territorio nella settimana di San Valentino con i pacchetti che abbiamo studiato».

La prova nazionale master Le gare ci sono sabato e domenica, ma le prenotazioni partono dal giovedì. Per l’assessore allo sport del Comune di Terni, Elena Proietti, «il turismo sportivo passa attraverso la valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici». Mentre Nicola Astolfi e Massimo Valigi hanno ribadito l’impegno della Fondazione Carit a sostegno delle manifestazioni sportive «che trainano lo sviluppo di Terni, ci abbiamo sempre creduto ed il nostro unico interesse è far crescere la città anche in questo campo».

L’offerta di promozione turistica A tutte le società partecipanti è stata inviata un’offerta turistica strutturata in modo tale da consentire a chi parteciperà alla gara, e naturalmente a famigliari ed accompagnatori degli atleti, di visitare le bellezze del territorio nella settimana di San Valentino. Il Circolo Scherma Terni che organizza l’evento ha studiato pacchetti che prevedono la tariffa agevolata per visitare la Cascata delle Marmore e gite organizzate a Narni sotterranea. Turismo ma anche cultura con la mostra ‘Immaginaria’ in esposizione a Palazzo Montani presso la sede della Fondazione Carit ancora una volta partner dell’evento. E ancora il Museo Eroli e la Rocca di Albornoz, la Basilica di San Valentino, il tour in battello sul Lago di Piediluco e la degustazione di prodotti tipici presso la fattoria ‘La collina incantata’.

Elena Ferracuti agli Europei «In Italia ben poche società possono competere con l’organizzazione del Circolo Scherma Terni che ancora una volta mette in campo qualcosa in più, come l’abbinamento tra sport, cultura e territorio» ha detto il presidente del Coni Umbria, Domenico Ignozza. In pedana ci sarà anche il delegato del Coni provinciale Francesco Tiberi che ha ricordato la mostra mercato con prodotti tipici umbri. Se Francesco Tiberi sarà in pedana nel fioretto, nella spada ci sarà Roberto Di Matteo, ex presidente dell’associazione italiana master di scherma: «Importante sarà la presenza di atleti stranieri, oltre agli italiani». Tra gli atleti più attesi Mauro Numa, plurimedagliato olimpico. Tra i ternani Francesco Tiberi ed Elena Benucci. E ancora i maestri Alessandro Bartoli, Alessandro Picchi e Raffaello Battaglini. In gara anche Valentina Lattanzi e Barbara Capoccia, campionesse italiane master nel 2017, 2018 e 2019. Una bella notizia per il circolo ternano la dà il delegato della Fis Umbria, Giovanni Marella, annunciando la convocazione di Elena Ferracuti agli Europei Cadetti e Giovani in Croazia. Mentre il circolo ternano, dopo la prova master, sarà impegnato a marzo con l’organizzazione dei Campionati Italiani Giovani dove sono attesi oltre 1.500 atleti.

I mondiali paralimpici 2023 In chiusura una precisazione di Alberto Tiberi sui prossimi mondiali di scherma paralimpica 2023: «La candidatura presentata nove mesi fa indicava il Palatennistavolo Aldo De Santis come impianto di riferimento perchè si pensava all’edizione 2021. E di certo non potevamo presentare un impianto che ancora deve essere costruito. Ma visto che ci sono stati assegnati i mondiali 2023, nulla vieta in futuro di spostare l’evento al PalaTerni. Ci è stato assicurato che la nuova struttura sarà pronta entro ottobre 2022 e che ci saranno tutte le condizioni per ospitare anche questo tipo di eventi che devono tener conto di un certo tipo di caratteristiche».

I commenti sono chiusi.