Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 agosto - Aggiornato alle 01:24

Cosmi vuole una reazione: «Perugia, dobbiamo invertire la tendenza»

Venerdì sera a Pescara scontro salvezza, il tecnico recupera gli infortunati e chiama i suoi alla riscossa: «Ci servono assolutamente punti»

Serse Cosmi in panchina

di D.S.

Con l’obiettivo di tornare a far punti per garantirsi la salvezza, il Perugia di Cosmi raggiunge l’Adriatico dove venerdì sera (ore 21), sfiderà il Pescara di Sottil. Un autentico crocevia considerato che anche gli abruzzesi sono in grande difficoltà e sono guidati da un ex giocatore di Cosmi al Genoa: «Mi fa piacere incontrarlo, è un ottimo professionista ed ha fatto tanta gavetta in serie C. Per lui questa è un’occasione da cogliere, ma spero… da lunedì» sorride l’Uomo del Ponte. Che recupera pezzi importanti nel suo scacchiere, come Angella, Falcinelli, Gyomber, Falasco, Di Chiara, Vicario. L’ultimo allenamento scioglierà i dubbi in merito all’undici da opporre agli abruzzesi. «In questo momento dobbiamo assolutamente fare punti – ha commentato Cosmi nella conferenza stampa della vigilia -, la sconfitta col Pordenone ci ha fatto del male e dopo scoppole come queste deve esserci assolutamente una reazione». C’è poi il capitolo ‘nervovismo’… «Sicuramente dobbiamo evitare certi comportamenti (il riferimento è alle troppe espulsioni per proteste, ndr), ha fatto bene da questo punto di vista il presidente a dare una scossa ai giocatori. Però mi auguro che non ci siano anche gli errori arbitrali… Adesso pensiamo solo a giocare e ad invertire la tendenza».

Formazione Tra i pali dovrebbe tornare Vicario, mentre saranno assenti per squalifica Sgarbi e Falzerano. In difesa probabilmente pazio a Rosi, Falasco e Rajkovic mentre in mediana Mazzocchi a destra e Di Chiara a sinistra, Carraro in mezzo con Kouan (o Dragomir) e Nicolussi Caviglia mezze ali. In attacco c’è l’imbarazzo della scelta considerato anche il recupero di Falcinelli che però partirà dalla panchiona.

Arbitro Dirige all’Adriatico-Cornacchia Manuel Prontera di Bologna, con assistenti Robilotta e Capaldo, IV ufficiale Massimi.

I commenti sono chiusi.