sabato 25 maggio - Aggiornato alle 17:50

Champions, Sir Volley Perugia rischia grosso ma piega lo Chaumont

Nell’andata dei quarti in Francia, i Block Devils annullano un match-point e vincono al tie-break. Super muro (18 punti), bene Ricci e Lanza

Wilfredo Leon in ricezione (foto Cev)

di Daniele Sborzacchi

Un grande Chaumont mette paura alla Sir Volley Perugia, che è costretta ad annullare un match-point prima di esultare per la vittoria al tie-break. Preziosissimo per gli umbri il settimo sigillo europeo in altrettante partite di Champions, perché consente di avvicinare non poco la semifinale. Prestazione però non delle migliori quella dei Block Devils, che hanno sofferto moltissimo in ricezione e sbagliato tanto al servizio (26 errori). In una serata non brillantissima per Leon (11 battute sbagliate) si sono distinti Ricci (15 punti, 64% in attacco, 5 muri, 1 ace) e soprattutto Lanza (18 punti, 4 muri, 2 aces), determinante nel quinto set. E a fare la differenza è stato il muro, con ben 18 punti di Perugia, una sorta di record. Mercoledì prossimo il match di ritorno, con la Sir Volley Perugia che dovrà comunque vincere per passare il turno (golden set in caso di vittoria francese al tie-break).

Il match Qualche errore di troppo in ricezione rende il primo set molto equilibrato, Chaumont gioca con grande concentrazione trovando pertugi interessanti in attacco, con Atanasov sugli scudi. Perugia pasticcia un po’ troppo consentendo ai locali di rimanere a contatto fino al 20-20, quando si spegne la luce complici le velenose battute di Hoag. La formazione di Prandi commette due errori pesanti e la Sir ringrazia, chiudendo il set con l’attacco di Lanza da posto quattro. La Sir allora inizia a trovare maggiore incisività dal servizio, un paio di aces di Atanasijevic lanciano i Block Devils che sembrano in totale controllo. Ricci continua con le sue percentuali stellari in primo tempo e malgrado un Leon a corrente alternata, si arriva al 16-10. E qui Perugia molla la presa, dando la possibilità ai francesi di rientrare in partita: Geiler veste i panni di ‘Superman’, Atanasov sfoggia tutto il suo talento e Chaumont annulla due set-point prima di aggiudicarsi il set ai vantaggi, dopo un emozionante finale punto a punto. Perugia soffre, sembra la brutta copia di se stesso e sbaglia di tutto e di più, specialmente al servizio. Dall’altra parte della rete Averill diventa un baluardo insuperabile a muro e il trio di palla alta Atanasov-Geiler-Winkelmuller sembra come tarantolato. Risultato? Chaumont si trasforma nella Sir dei tempi migliori, gioca in maniera fantastica e si prende meritatamente il terzo set portandosi in vantaggio. Ti aspetti una reazione in battuta, ma in realtà è con il muro (ben 10 nel 4° set) che Perugia ritrova smalto impattando la contesa: Ricci è super, il compagno di reparto Podrascanin idem ed allora la contesa approda al tie-break. Emozioni a non finire: Perugia va avanti, Geiler dà spettacolo e Chaumont arriva addirittura al match-point annullato da un grande Lanza. Poi muro di Atanasijevic ed errore transalpino, che fatica, ma la vittoria è realtà.

CHAUMONT – SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA 2-3

(21-25, 31-29, 25-17, 19-25, 14-16)

CHAUMONT: Atanasov 13, Geiler 13, Saeta 2, Fernandez 9, Winkelmuller 18, Averill 10, Bann (libero 33%), Patak 6, Repak, West 1, Morillon, Rodriguez 1. All.: Prandi.

PERUGIA: Ricci 15, Leon 15, Lanza 18, Atanasijevic 21, De Cecco 1, Podrascanin 10, Colaci (libero 24%), Hoag 1, Seif 1, Hoogendoorn 1, Della Lunga. Ne Piccinelli, Galassi, Berger. All.: Bernardi

ARBITRI: Oleynik (Rus) – Bakunovich (Blr). DURATA: 29’, 32’, 23’, 24’, 20’. Tot 2h8’ Spettatori 1652.

I commenti sono chiusi.