sabato 25 maggio - Aggiornato alle 17:48

Champions, Sir Volley Perugia nella tana dello Chaumont

Giovedì sera in Francia andata dei quarti di finale, i Block Devils puntano ad ipotecare il passaggio del turno

Il muro a tre di Perugia

Partita la lunga strada verso la Super Finals della Champions League, il viaggio che porterà le due migliori del Vecchio Continente a giocarsi il trono d’Europa nella Finalissima di Berlino. Giovedì sera la Sir Colussi Sicoma Perugia scende in campo alle ore 20.30 per l’andata dei quarti di finale contro i francesi dello Chaumont Vb 52 Hm. Si gioca in terra transalpina, al Complex Sportif Rene-Tys di Reims per la precisione (il palazzetto dove lo Chaumont gioca le gare casalinghe della Ligue 1 non è omologabile in Champions) ed in ballo c’è mezza fetta di qualificazione alla semifinale con il match di ritorno in programma mercoledì 20 marzo al PalaBarton. C’è tutta la rosa in Francia a disposizione di Lorenzo Bernardi. Una rosa carica mentalmente ed in buona condizione fisica, una rosa che vede il ritorno a pieno regime, e soprattutto a referto, di Alexander Berger ai box da inizio stagione.

Le ultime Formazione che al netto di possibili sorprese dell’ultima ora, non dovrebbe discostarsi da quella vista sabato in Superlega contro Padova con De Cecco ed Atanasijevic diagonale di posto due, Ricci e Podrascanin centrali, Leon e Lanza schiacciatori e Colaci libero. Di fronte uno Chaumont che è una vera multinazionale e che è invece italianissimo quanto a impostazione tecnica e tattica essendo guidato in panchina da un guro del volley nostrano come Silvano Prandi. I francesi, reduci dalla sconfitta in finale di Coppa di Francia contro il Tours (curiosamente avversario proprio di Perugia nella fase a gironi della Champions), vanno a caccia del colpo grosso forti di un trend europeo che li ha visti sempre a punti nelle sei gare del girone eliminatorio (quattro vittorie e due sconfitte al tie break entrambe con i russi dello Zenit San Pietroburgo). Tante lingue in campo (solo quattro i francesi in rosa, ci sono bulgari, spagnoli, americani, canadesi, tunisini e slovacchi), un solo credo tattico: tanta tecnica, pochi errori, grande organizzazione muro-difesa. Saranno queste le armi principali dello Chaumont domani con Prandi che dovrebbe spedire in campo al via il regista americano Saeta in diagonale con il francese Winkelmuller (favorito sul tunisino Ben Tara), l’altro americano Averill (ex del nostro campionato a Padova e Milano) e lo spagnolo Fernandez centrali, il francese Geiler (un anno in Superlega a Vibo) e lo slovacco Patak martelli ricevitori (pronto a subentrare il bulgaro Atanasov) con il canadese Bann libero.

 

I commenti sono chiusi.