Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 3 marzo - Aggiornato alle 03:13

Caserta: «Perugia, equilibrio e spirito di sacrificio»

Al Curi contro la Feralpi Salrò domenica si chiude il girone di andata, out Melchiorri. Il tecnico: «Tutti dovranno dare qualcosa in più, anche per lui»

Mister Caserta©️Fabrizio Troccoli

Si chiude il girone di andata ed il Perugia vuole avvicinare la vetta per mettersi in rampa di lancio nel rush finale. Domenica (ore 15) arrivano al Curi i ‘Leoni del Garda’, contro la Feralpi Salò una vittoria consentirebbe ai biancorossi di braccare ulteriormente i quartieri alti. «Attenzione però – dice subito Fabio Caserta alla vigilia -, i lombardi non attraversano un periodo buono dal punto di vista dei risultati ma sono pur sempre un’ottima squadra. Dovremo stare accorti nel non concedere ripartenze improvvise, che nel calcio di oggi fanno la differenza. E penso che occorrerà grande concentrazione sui calci piazzati, spesso determinanti».

Non c’è Melchiorri Ovviamente è pesante l’assenza del ‘Cigno di Treia’, leader di questo Perugia che ha messo nel mirino il pronto ritorno in serie B. «Le cose cambieranno poco – prosegue Caserta -, chiaro che Federico ha qualità superiore rispetto alla categoria in cui giochiamo e per questo tutti dovranno dare qualcosa in più, anche per lui. Poi vedremo quali situazioni utilizzare, in settimana ho notato un gruppo compatto e determinato, questo è un segnale importante». In attacco Vano non è ancora al 100%, così come Minesso che però potrebbe anche partire titolare. In quel caso ci sarebbe da decidere la punta centrale. Possibile tridente Elia-Murano-Vano oppure Minesso già dal 1′. Intanto in difesa è pienamente recuperato Monaco e questa è una buona notizia.

La chiave Per Caserta «non ci sono aspetti particolari rispetto ad altre partite, lo spirito di sacrificio come al solito avrà un peso fondamentale nel decretare il risultato. E poi l’equilibrio tra i reparti».

I commenti sono chiusi.